L’Associazione Isola Quassùd vince il bando “MigraArti” del MIBACT

Una compagnia teatrale composta anche da giovani migranti, un mini-ristorante multietnico, la voglia e il bisogno di mettere insieme e condividere le esperienze sociali e culturali di mondi diversi. Con questi “ingredienti” l’Associazione Isola Quassùd di Catania, attiva dal 2004, ha vinto nelle scorse settimane il bando “MigrArti” del Ministero per i beni e le attività culturali per il 2016, quindicesima in una graduatoria che contava oltre cinquecento partecipanti di tutta Italia e che però premiava solo i primi 21.

Con il suo progetto “Life is beautiful”, già partito e che andrà avanti sino alla fine di luglio, “Isola Quassùd mette al centro delle proprie iniziative i giovani stranieri residenti in Italia, stimolandone creatività e capacità espressive, creando i presupposti necessari a un riconoscimento di sé e delle proprie identità culturali, elementi indispensabili per favorire lo scambio tra civiltà e la conoscenza delle culture altre”, come spiega l’animatrice dell’associazione, la regista e attrice Emanuela Pistone, che del “Life is Beautiful Project” è l’ideatrice e direttrice artistica.

La presentazione del Progetto a Catania
La presentazione del Progetto a Catania

Il progetto che il Mibact ha ritenuto di premiare è suddiviso in più aree di attività: un laboratorio teatrale condotto da Emanuela Pistone; una serie di workshop teatrali, con prove aperte al pubblico, condotti da Rufin Doh Zeyenouin, Christian Di Domenico, Mamela Nyamza; meeting e performance sulla cultura del cibo, in collaborazione con l’Istituto alberghiero Karol Wojtyla di Catania; una giornata di studio sui temi delle migrazioni e dell’integrazione. Il progetto si concluderà il 31 luglio con un grande evento interculturale messo in scena con artisti e allievi stranieri del laboratorio teatrale di improvvisazione guidata “I have a dream”, sotto la direzione della stessa Emanuela Pistone con Mamela Nyamza.

Venerdi 13 maggio, dalle ore 10,30, nel plesso di Ognina (via Anfuso, nei pressi dell’Istituto Nautico) dell’Istituto alberghiero Karol Wojtyla si terrà uno degli appuntamenti di apertura del progetto vincitore di “MigrArti”: “Life is beautiful – un rito di comunione per le vittime del Mediterraneo”, performance nata all’indomani dei tragici naufragi di migranti del 2013, alla Plaja di Catania con 6 egiziani morti (10 agosto 2013) e davanti all’isola di Lampedusa con 368 eritrei annegati, morti intrappolati nella stiva di un barcone (6 ottobre 2013). Lo spettacolo, interpretato dai giovani della “Isola Quassùd Liquid Company” (compagnia multietnica fondata dall’omonima Associazione proprio dopo quei tragici sbarchi), è dedicato agli studenti dell’Alberghiero. Altri appuntamenti sono previsti il 20 e il 27 maggio.

Tutte le attività dell’Associazione Isola Quassùd legate al progetto “MigrArti” sono realizzate in collaborazione con partner locali: Comune di Catania, Assessorato ai Saperi e alla Bellezza Condivisa; Casa dei Popoli, Progetto Immigrati; Catania Città Metropolitana; Università degli Studi di Catania, Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali; Co.SM.ICA (Centro per gli Studi sul Mondo Islamico Contemporaneo e l’Africa); Radio Zammù; Istituto Professionale di Stato per i Servizi Enogastronomici e dell’Ospitalità Alberghiera (IPSSEOA) Karol Wojtyla di Catania; Associazione Culturale Ingresso Libero.

Info: 095-534366 e 366 1176323 (lun-ven ore 10-18); email: isolaquassud@gmail.com; sito internet www.isolaquassud.com.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*