Il 21 Aprile al Centro Zo di Catania, per “Altrescene”, Giorgio Montanini in “Per quello che vale”

Giorgio Montanini

Per la rassegna Altrescene, venerdì 21 Aprile da Zo Centro Culture Contemporanee, a Catania, è di scena lo spettacolo “Per quello che vale” di Giorgio Montanini.

Lo spettacolo sarà preceduto, alle ore 17 sempre da Zo, da un incontro aperto con Giorgio Montanini. L’incontro, per il Ciclo Nuova Drammaturgia, è rivolto in particolare agli studenti dell’Università di Catania, dell’Accademia di Belle Arti e del Conservatorio e coordinato dalla docente di Discipline dello spettacolo Stefania Rimini.

Giorgio Montanini è uno dei pochi rappresentanti della stand up comedy in Italia. Nel 2008 è entrato a far parte del gruppo Satiriasi, il primo esperimento italiano di Stand Up Comedy. Nel 2011 ha portato in scena in diversi teatri italiani il suo primo spettacolo dal titolo “Nibiru” e, negli anni successivi, Un uomo qualunque. Nel 2013, nel programma di Rai2 #Aggratis!, è stato ospite fisso, nonché autore dei testi della trasmissione. Nel 2014 è stato il protagonista assoluto di Nemico Pubblico su Rai 3, la sua prima trasmissione televisiva. Nello stesso anno, con tutto il gruppo di Satiriasi, ha riscosso grande successo di pubblico su Sky (Comedy Central) con Stand Up Comedy, un programma innovativo che ha portato la stand up comedy in tv. Dato il successo, la trasmissione è stata confermata anche nel 2015. Sempre nel 2014, su Rai 3, ha curato la copertina satirica del talk show Ballarò, in sostituzione di Maurizio Crozza. Dato il successo registrato nelle prime due edizione è stato nuovamente il protagonista di Nemico Pubblico, la terza stagione andrà in onda da giugno a settembre 2016. Attualmente è impegnato in una tournèe che tocca diverse città italiane con il nuovo live “Per quello che vale”.

Una riflessione che l’artista fa sull’effettiva funzione della sua esibizione e del ruolo che un comico ricopre in una società. In questo caso, il titolo mette in guardia lo spettatore da ciò che andrà ad ascoltare.

Non deresponsabilizzatevi attribuendo al comico la funzione che non ha, assumetevi le vostre responsabilità alle urne, il comico le sue le affronta sul palco – afferma Giorgio Montanini -. Guardate questo spettacolo sapendo che gli argomenti della satira sono gli stessi da sempre, un comico moderno non fa altro che attualizzarli e plasmarli sulla società che vive, ve li sbatte in faccia con violenza, Le parole di un comico penetrano in profondità le carni dell’anima e stimolano i nervi scoperti facendovi sussultare per l’imbarazzo ed esplodere in una risata liberatoria. Finito lo spettacolo potrete sentirvi un po’ meglio e tornare a vederlo, oppure sentirvi disgustati e non tornare mai più. Finito lo spettacolo, però, non c’è altro. Finito lo spettacolo, potreste anche ripetere con gusto la battuta che tanto v’era piaciuta e riderne con gli amici, aggiungendo sempre la postilla: “Per quello che vale…”.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*