Il maestro Giovanni Sollima in concerto il 5 agosto a Scicli con l’Arianna Art Ensembe

Una residenza d’arte e un concerto in centro storico. Scicli ospita uno dei più acclamati compositori e musicisti internazionali per un evento che si preannuncia già di straordinario impatto emotivo. Il grande maestro Giovanni Sollima approda nella città barocca patrimonio dell’Umanità. Dal 4 al 7 agosto la sua residenza d’arte mentre sabato 5 agosto alle ore 21 suonerà in concerto con l’Arianna Art Ensemble presso il Canale Aleardi. E ispirato dalla città e dal territorio, il 6 e 7 agosto in via Mormina Penna realizzerà un video diretto dal filmaker Nunzio Massimo Nifosì. E’ questo il fitto programma del nuovo appuntamento di “Crocevia”, il festival che sta portando a Scicli, nel Sud Est siciliano, grandi artisti internazionali. E per suggellare questo incontro, insieme allo stesso filmaker, Sollima concepirà un’installazione video-sonora appositamente concepita per il Canale Aleardi.

Giovanni Sollima

Il concerto di sabato prossimo 5 agosto, intitolato “The missing link”, è dedicato a Giovanni Battista Costanzi, violoncellista virtuoso, stimatissimo autore di musica sacra, oratori, opere, cantate e capo d’istrumenti per il Cardinale Ottoboni a Roma. “Giovannino del Violoncello” o “Giovannino da Roma”: l’anello mancante della storia del violoncello. Era chiamato così il violoncellista Costanzi i cui “lavori violoncellistici – spiega il maestro Sollima – sono straordinari per l’evoluzione tecnica e virtuosistica unita a forza lirica, espressiva e addirittura visionaria. Il linguaggio è in bilico tra Tartini e Boccherini, passando dalla Scuola Napoletana, alla quale egli fu vicino. In molte delle Sonate i movimenti conclusivi sono costituiti da minuetti, in alcuni casi appena accennati e con la linea di basso costante e che invita a costruire ulteriori variazioni. Questa è la linea l’indizio, che intendo seguire. “Il Mandatario” è il brano che ho composto ispirato appunto da uno dei ruoli che Costanzi ricoprì per il Cardinale Ottoboni, ovvero “il mandatario”, capo d’istrumenti, colui che andava in giro a raccogliere musici per formare le orchestra per le grandi occasioni, un vero e proprio casting!”.

Sollima, famosissimo virtuoso del violoncello, è un compositore palermitano fuori dal comune, che grazie all’empatia che instaura con lo strumento, con le sue emozioni e sensazioni, comunica attraverso una musica unica nel suo genere, capace di raccogliere tutte le epoche, dal barocco al “metal”. In questa straordinaria presenza a Scicli sarà accompagnato da “L’Arianna Art Ensemble” , formazione che promuove la diffusione del repertorio vocale e strumentale sei-settecentesco, attraverso le proprie esecuzioni con strumenti d’epoca e la scelta di rifarsi alla corretta prassi esecutiva storica, ma anche attraverso la sperimentazione e l’esecuzione di brani di musica contemporanea con strumenti antichi.

Durante la loro residenza d’arte Giovanni Sollima e l’Arianna Art Ensemble risiederanno presso il settecentesco Palazzo Conti, in Via Mormina Penna, nel cuore barocco della città iblea.

  Il progetto “Crocevia” è patrocinato da MIBACT, Senato della Repubblica, Regione Siciliana, Assessorato ai Beni Culturali e Assessorato al Turismo, Polo Museale di Ragusa, Comune di Scicli, Inarch Sicilia.

I biglietti per il concerto “The missing link” sono acquistabili in prevendita presso la Libreria Don Chisciotte (0932 842674), Sciclis Viaggi (0932 841109) a Scicli; Libreria Mondadori (0932 945363) e Bruno Euronics (0932 906888) a Modica e presso Le Fate Caffè Letterario (0932 1915660) a Ragusa.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*