A Tremestieri Etneo i cittadini classe ’57 hanno festeggiano i loro “primi” sessantanni

I tremestieresi della classe 1957 si sono ritrovati domenica 2 luglio sul sagrato della chiesa madre con familiari e amici per festeggiare in un clima di allegria con tutta la comunità cittadina i loro 60 anni.

Una bella festa, ricca di musica e colori, ma anche impregnata di forti significati umani e sociali. Una festa dell’amicizia, come ricordato dal parroco Sac. Salvatore Scuderi durante la messa di ringraziamento e di benedizione per tutti i doni e le grazie ricevute in questi anni. Ma anche una festa a forte valenza sociale – come sottolineato dal Sindaco Santi Randi nel suo intervento augurale – quale esempio di attaccamento al territorio e alle sue tradizione oltre che testimonianza di impegno personale e sociale per un futuro di sviluppo di Tremestieri Etneo all’insegna dei valori della solidarietà. Tale significati sono stati avvalorati dalla partecipazione all’evento dell’On.le Salvo Giuffrida, del comandante della locale stazione dei carabiniere M.llo Salvatore Garozzo e dal comandante della polizia locale Cap. Giovanni Scardaci.

Ad animare la serata, dopo la proiezione di un video con i volti e i luoghi di ieri e di oggi, le musica della storica band locale “Onde Verdi 72”, il baritono Mangano Salvatore accompagnato al piano dal maestro Caruso Giuseppe in alcune aree della più bella tradizione melodica italiana e per i giovani i balli con le coreografie di Caruso Natanaele.

Non sono mancati infine i fuochi d’artificio, come a suggellare, in un esplosione di luci e colori, il momento augurale del taglio della torta e lo stappo dello spumante con l’arrivederci al 2027.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*