Il 10 Settembre, al Museo della Zolfara di Montedoro, progetto di Nino Romeo “Ragazzi di miniera”

Programma del progetto

A Montedoro, Museo della Zolfara, domenica  10 Settembre, progetto di Nino Romeo “Ragazzi di miniera”, alle ore 19.00, “Al tramontar del sole” con “Rosso Malpelo” da Giovanni Verga con Graziana Maniscalco ed alle 20.30 “Al sorgere della luna” – “Ciaula scopre la Luna” da Luigi Pirandello con Nicola Costa. Alle 18.00 visita guidata al Museo della Zolfara ed alle 21.30 Osservatorio Astronomico “A veder le stelle”.

Graziana Maniscalco e Nino Romeo

La casa degli scrittori siciliani è un’iniziativa congiunta tra il CTS Centro Teatrale Siciliano, organismo di promozione e formazione del pubblico, e il Comune di Montedoro che ha acquisito e ristrutturato un palazzetto a due piani nella piazza principale e ha dedicato le stanze ad autori siciliani: non un museo ma un centro culturale dinamico e polivalente. In questa sede e in luoghi deputati di Montedoro (il Teatro, il Museo della Zolfara), il CTS proporrà attività teatrali articolate, collegate ad iniziative di intrattenimento culturale.

Nella sezione del progetto che va da Settembre a Dicembre 2017, il CTS si occuperà di tre autori nati in Sicilia e che dell’Isola esprimono aspetti ed umori, ma che sono parte integrante della letteratura europea: Giovanni Verga, Luigi Pirandello e Vitaliano Brancati.

Ragazzi di miniera

Il 10 Settembre nell’ampio piazzale del Museo della Zolfara prospiciente la vallata in cui si incunea il paese, metteremo a confronto due carusi di miniera: il verghiano Rosso Malpelo e il pirandelliano Ciàula, accomunati dalla condizione di schiavitù del lavoro in miniera ma distanti nel tempo (un trentennio separa le stesure delle due novelle) e per temperamento.

Verga fa di Malpelo una sorta di filosofo istintivo, torvo per carattere e pessimista per necessità, che immagina la morte come liberazione dalla sua condizione di ragazzo senza futuro.

Pirandello ci consegna Ciàula come un trentenne senza età, che si esprime soltanto con versi da cornacchia, ma che riacquista tutta la sua temperatura umana di fronte alla luna che egli, costretto a vivere nel sottosuolo, vede per la prima volta.

La casa degli scrittori siciliani non è un’iniziativa locale: essa si propone come punto di riferimento per un territorio, quello al confine tra Caltanissetta ed Agrigento, che, da tempo, manifesta vivacità culturale.

La casa degli scrittori siciliani, pur se insediata in un piccolo paese, dotato, però, di strutture in piena attività (Teatro, Anfiteatro, Museo, Osservatorio Astronomico, Planetario), si propone di diventare un’iniziativa di rilievo nazionale: per il carattere sperimentale delle sue azioni culturali; per l’innovazione e originalità dei linguaggi teatrali; per la qualità degli spettacoli proposti.

PROSSIMI APPUNTAMENTI

domenica 22 Ottobre – Teatro Comunale

L’ALTRO FIGLIO

di Nino Romeo da Luigi Pirandello

sabato 25 Novembre – Teatro Comunale

SUPERIOR STABAT LUPUS

di Luigi Pirandello

sabato 16 Dicembre – Teatro Comunale

CARICATURE FRIVOLE

Vitaliano Brancati da fascista ad antifascista

progetto e selezione dei brani Nino Romeo

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*