Addio all’attore palermitano Gigi Burruano, lutto per il teatro e per il cinema

Gigi Burruano

Un brutto risveglio per i palermitani e per il mondo del teatro e del cinema. Si è spento infatti nella sua casa di Palermo, l’attore Luigi, da tutti chiamato Gigi, Burruano che, a ottobre avrebbe compiuto 69 anni. L’attore non stava bene da tempo ed è morto da solo, nel sonno, nella sua casa dell’Uditore.

Nato a Palermo il 20 ottobre del 1948, iniziò la carriera da attore all’inizio degli anni Settanta dedicandosi al cabaret e al teatro dialettale. La sua carriera teatrale lo portò a calcare diversi palcoscenici di teatri stabili di Catania, Roma, Trieste e Prato. Ma lo si ricorda anche in tv e nel cinema con l’esordio nel 1970, ne “L’amore coniugale” di Dacia Maraini. Massima notorietà per lui con la partecipazione alla serie televisiva La piovra. Nel 1997, infatti, è stato interprete nell’ottavo episodio della serie – La piovra 8 – Lo scandalo. Ebbe ruoli anche nei film “L’uomo delle stelle” di Giuseppe Tornatore, “Nowhere” di Luis Sepúlveda, “Miracolo a Palermo!” di Beppe Cino, “Il ritorno di Cagliostro” di Daniele Ciprì e Franco Maresco, “Quo vadis, baby?” di Gabriele Salvatores. Ha lavorato anche nelle serie Tv “Turbo” e “Incantesimo 4”. Burruano, zio dell’attore Luigi Lo Cascio, scoprì e fece conoscere gli attori Tony Sperandeo, a lui legato da tanti anni di lavoro assieme e da una profonda amicizia e Giovanni Alamia.

Ancora Burruano

Nel 2001 ottenne la nomination al Nastro d’argento per l’interpretazione nel film ”I cento passi” di Marco Tullio Giordana della parte di Luigi Impastato, padre di Peppino. Carattere sanguigno, dieci anni fa, esasperato, aveva colpito con una coltellata l’ex genero Fabio Guida che non pagava gli alimenti alla moglie e ai figli. Burruano si era fatto qualche giorno di arresti domiciliari, aveva patteggiato la pena e i due coniugi erano poi tornati insieme.

La camera ardente di Gigi Burruano sarà allestita al Teatro Biondo. Tanti, appena appresa la notizia, i messaggi di cordoglio sui social da parte di amici, colleghi e ammiratori.

Il Direttore e la redazione del nostro quotidiano sono vicini ai familiari dell’attore palermitano, professionista autentico ed esponente verace della Palermo teatrale.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*