Serie C, derby amaro per un Catania sprecone sconfitto da un cinico Trapani

Nella sedicesima giornata del torneo di Serie C arriva una cocente delusione per il Catania in quel di Trapani contro i granata che si impongono sui rossazzurri  per 2-0 in un turno da dimenticare alla svelta per gli uomini di Lucarelli che non riescono a contrastare gli attacchi dei padroni di casa peccando in fase di attacco.

La squadra di Calori supera il Catania con i gol di Silvestri e Reginaldo, entrambi nel primo tempo.

I catanesi vengono raggiunti dal Trapani al secondo posto della classifica rimanendo a tre punti dal Lecce capolista, proprio nella giornata di riposo dei salentini.

Apprezzando il gemellaggio con i sostenitori granata, ancora una volta da segnalare il pessimo comportamento offerto da pseudo supporters rosanero che non hanno perso l’occasione per dare il peggio di loro accogliendo nel peggior modo possibile i tifosi etnei nell’attraversamento di Palermo con il solito deprecabile uso di violenza ed inciviltà contro un folle atteggiamento di rivalsa verso i colori rossazzurri dettato da antiche quanto insulse rivalità non solo sportive.

Atti di autentica guerriglia urbana che pongono in secondo piano il risultato sportivo, la sconfitta, le occasioni mancate e il desiderio di una città di smarcarsi da gruppi di vandali organizzati che continuano a nascondersi dietro i colori di una società calcistica per dare sfogo ai loro bassi istinti primordiali.

Archiviata la sconfitta di Trapani i rossazzurri torneranno in campo domenica 10 dicembre contro il Matera, in notturna, al Massimino, per provare a riprendere un percorso che ha evidenziato come per gli etnei non sarà solo il Lecce ma anche il Trapani da tenere in considerazione per tentare il salto di categoria così agognato dai veri tifosi etnei.

Il calcio italiano rimasto vergognosamente fuori dai Mondiali di Russia’18 dovrà rinascere dalle proprie ceneri iniziando a ripulire gli stadi dalla troppa “immondizia”, rieducando ad un sano spirito sportivo i frequentatori degli spalti di stadi anch’essi da ricostruire.

TRAPANI-CATANIA 2-0 (2-0)

Trapani (3-5-2): Furlan 7.5; Fazio 6.5, Silvestri 7 (80′ Legittimo sv), Visconti 6.5; Marras 6.5 (90’+3 Bajić sv), Maracchi 6.5, Palumbo 6.5 (81′ Bastoni sv), Steffè 6.5, Rizzo 6.5; Reginaldo 7, Evacuo 6.5 (71′ Murano)A disp.: Pacini, Ferrara, Culcasi, Taugourdeau, Canino, Girasole. All.: Calori 7.
Catania (4-3-3): Pisseri 6.5; Aya 5.5, Tedeschi 5.5, Bogdan 5.5, Marchese 5.5; Caccetta 5 (55′ Russotto 6), Lodi 5, Biagianti 5.5 (76′ Ripa sv); Semenzato 5.5 (55′ Di Grazia 5), Curiale 5, Mazzarani 5A disp.: Martínez, Esposito, Lovrić, Manneh, Bucolo, Fornito, Correia, Rossetti. All.: Lucarelli 5.
Arbitro: Prontera di Bologna.
Marcatori: 29′ Silvestri, 42′ Reginaldo.
Note – Ammoniti: Reginaldo, Bastoni (T); Curiale, Marchese, Lodi (C).

 

 

di Michele Minnicino 55 Articoli

Condirettore, giornalista professionista, specializzato in Opinione Pubblica e Comunicazione di Massa, ha collezionato esperienze lavorative nei diversi settori dell’informazione, carta stampata, televisione, uffici stampa di associazioni di Consumatori e Consorzi Pubblici, insegnamento del giornalismo agli studenti degli istituti superiori.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*