Il 13 e 14 Gennaio a Scenario Pubblico di Catania l’artista associata Ilenia Romano con la compagnia francese Resodancer e i coreografi Guy Shomroni e Yaniv Abraham

Ilenia Romano

Tutto pronto per dare il via alla seconda delle tre serate short time, con due creazioni in prima assoluta, in programma da “Scenario Pubblico” per la rassegna u(ma)nità. Sabato 13 Gennaio alle ore 20.45 e domenica 14 in doppia replica alle ore 17 e alle ore 19 si potrà assistere a “ON TIME#1”  e “Subject #1 – Ambush”.

Nella prima tappa, l’artista Ilenia Romano – già danzatrice della Compagnia Zappalà Danza e assistente di Roberto Zappalà, – e per per il prossimo triennio confermata coreografa associata – porta in scena un cast speciale formato da giovanissimi danzatori tra gli 8 e i 14 anni, selezionati tramite audizione tra le scuole di danza del territorio. Protagonista della performance è il tempo, fattore essenziale del movimento e della vita. Ispirata da teorie fisiche, filosofiche e musicali, la ricerca mira a ricreare col corpo riflessioni legate alle durate, al ritmo e al tempo dell’esistenza.

Resodancer

La seconda parte della serata vede protagonista la compagnia francese “Resodancer”, con una creazione realizzata in residenza nelle scorse settimane negli spazi del centro dai due coreografi Guy Shomroni e Yaniv Abraham. Subject #1 – Ambush è incentrato su un quartetto (nella foto) che si caratterizza da una variegata struttura compositiva con regole, sistemi e dispositivi coreografici, gamme di tensione. Una struttura multistrato definita da segmenti, ognuno creato indipendentemente e in grado di generare diverse mini storie, ma tutti parte integrante di un insieme più grande.

ON TIME#1

Regia e coreografia: Ilenia Romano

Interpretazione: performers dagli 8 ai 14 anni

Supporto drammaturgico: Ivano La Rosa

Musica dal vivo: Valeria Grasso e Pasqualino Cacciola

Il progetto ON TIME ha come protagonista il Tempo, fattore essenziale del movimento e della vita. Ispirata da teorie fisiche, filosofiche e musicali, la ricerca mira a ricreare col corpo riflessioni legate alle durate, al ritmo, al tempo dell’esistenza. Osserverò gli effetti della manipolazione dei parametri del movimento, legati direttamente e indirettamente al tempo, per scoprire a quali situazioni immaginifiche posso arrivare seguendo un percorso “oggettivo e asettico”.

I protagonisti della tappa #1 del progetto sono giovanissimi dagli 8 ai 14 anni selezionati tra le scuole di danza e musica del territorio: accoglierò la loro risposta “umana” alle mie proposte e sarà quella a guidare le scelte relative a tutti gli aspetti della performance. Nessuna decisione a priori, vivo il divenire del processo artistico e determino.

Subject #1 – Ambush

Conception and Choreography Guy Shomroni and Yaniv Abraham

Dancers Laura Lamy, Claire-Marie Ricarte, Ludovic Collura, Tristan Robilliard

Composer Guy Shomroni

Artistic Directors: Tristan Robilliard & Laura Lamy

Durata 30 minuti

“Il nostro progetto e la nostra residenza saranno incentrate su un quartetto caratterizzato da una variegata struttura compositiva con regole, sistemi e dispositivi coreografici, gamme di tensione. Una struttura multistrato definita da segmenti, ognuno creato indipendentemente e in grado di generare diverse mini storie, tutti parte integrante di un insieme più grande. Immaginiamo lo spazio come un’arena nella quale diverse manifestazioni di tensione formano un’unità, perdono autonomia, coesistono, scoppiano in fiamme. Ci incuriosisce trovare legami tra le nostre opere, il nostro lavoro e i processi creativi che sono alla base delle nostre creazioni, per definire caratteristiche e proprietà intrinseche, il DNA di Resodancer”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*