Settimana Federiciana, ad Etnapolis il 20 e 21 gennaio si rievocherà l’epopea di Federico II di Svevia, con danze medievali e poesie della Scuola Siciliana

I visitatori di Etnapolis , sabato 20 e domenica 21 gennaio, dalle 17 alle 20, saranno coinvolti da trenta figuranti in abiti medievali nella presentazione della Settimana Federiciana, manifestazione promossa dal Comune di Enna e in programma ogni anno nel mese di maggio.

Accogliendo la proposta dell’associazione La Rupe Officina Medievale, e in collaborazione con il Comune di Enna, Etnapolis infatti ospiterà un gruppo di figuranti che, indossando costumi ispirati alla tradizione medievale, riproporranno l’atmosfera, le danze, le storie cantate da poeti e trovadori che si riunivano in Sicilia nel 1200, nella corte illuminata di Federico II di Svevia.

Insieme al re Federico – divenuto celebre con l’appellativo di Stupor Mundi per il grande impulso che diede allo sviluppo delle arti e alla realizzazione di fortificazioni e castelli nel Regno di Sicilia (tutto il sud Italia) – sarà anche la prima moglie, l’imperatrice Costanza d’Aragona. Insieme, per il pubblico di Etnapolis, parteciperanno alle danze di corte, al ballo della mosca cieca e infine alla “danza dei tessuti” che narra per episodi la nascita di Federico. Tre giullari reciteranno i versi dei poeti della Scuola Siciliana, cenacolo di letterati che si riuniva alla sua corte e si metterà in scena anche la cerimonia di investitura di un cavaliere.

Per i curiosi delle antiche tradizioni gastronomiche – siamo in pieno Medioevo, l’America non era stata ancora scoperta e sulla tavola siciliana e italiana erano assenti patate e pomodori – sarà allestita una “Taberna Medievale”, un tavolo per la degustazione di cibi di quel tempo curato dal Sergente Cuoco Templare in abiti d’epoca. A lui il compito di far assaggiare ai visitatori di Etnapolis alcune delizie semisconosciute come l’ippocrasso, un vino speziato e addolcito con miele. Saranno distribuiti anche i depliant che illustrano gli eventi della Settimana Santa, con la tipica processione serale degli incappucciati delle varie congregazioni che percorrono le vie buie e silenziose di Enna. La partecipazione agli eventi è gratuita.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*