Giochi del Mediterraneo, argento per il medio catanese Salvo “Occhi di tigre” Cavallaro

Il peso medio catanese, Salvatore Cavallaro

Bilancio positivo per il medio Salvo “Occhi di tigre” Cavallaro al termine della 18esima edizione dei Giochi del Mediterraneo, competizione tenutasi nella città spagnola di Tarragona nell’ultima settimana di giugno.

Il coach Giovanni Cavallaro ed il pugile Salvo Cavallaro

Il pugile catanese, diretto dal papà Giovanni che per l’occasione ha assunto il prestigioso incarico di Coach del gruppo Nazionale azzurro (formato da otto atleti) insieme a Morelli, Giulietti e Gonzalez Bicet, è giunto ad un passo dalla medaglia d’oro: in finalissima è stato sconfitto dal siriano Ghossoun per 4-1 dopo le due affermazioni iniziali contro il turno Ozkal ed il francese Bamba (doppio 4-1). Cavallaro ha contribuito, insieme agli ori di Di Serio e Mouhiidine ed al bronzo di Cappai, al primo posto dell’Italia nel medagliere generale.

“Rimane la delusione per un verdetto arbitrale discutibile – afferma il 75 kg delle Fiamme Oro – ma nel complesso il mio risultato è soddisfacente. Ero a metà della forma ideale ma il primo traguardo del 2018 posso dire che è stato raggiunto. Adesso intensificherò gli allenamenti per arrivare al top della condizione e conquistare l’oro a novembre al Torneo della comunità europea”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*