Seria A2, la nuova Copral Muri Antichi pronta all’esordio casalingo contro l’Acquachiara Napoli

Come da tradizione, alla vigilia del primo impegno casalingo, è stata presentata alla stampa la Copral Muri Antichi che per il dodicesimo anno consecutivo sarà protagonista nel campionato di serie A2, girone Sud. Sono intervenuti per l’occasione il presidente della società Luigi Spinnicchia, il sindaco di Tremestieri Etneo Santi Rando, il presidente FIN regionale, nonché vice presidente CONI regionale e Assessore allo Sport di Catania Sergio Parisi, il tecnico dei Muri Antichi Giovanni Puliafito, il direttore sportivo Antonio Bellecci e il consigliere nazionale della Federnuoto Nello Russo.

Momenti di commozione ad inizio conferenza quando il presidente Spinnicchia ha voluto ricordare Mauro Maugeri, ad un anno dalla sua scomparsa. La messa in suffragio di Mauro Maugeri si terrà venerdì 30 alle ore 19:45 nella Parrocchia Nostra Signora di Lourdes in Viale Odorico da Pordenone.

La squadra è pronta a scendere in vasca sabato 1 dicembre, tra le mura amiche della piscina di Nesima, con inizio alle ore 16:30, contro l’Acquachiara Napoli. C’è grande attesa per vedere all’opera i ragazzi di Puliafito, vogliosi di riscatto dopo la deludente sconfitta patita una settimana addietro contro la Rari Nantes Salerno.

“Innanzitutto voglio ricordare l’indimenticato Mauro che ha fatto tanto per la famiglia Muri Antichi e che è sempre presente nei nostri ricordi. Siamo pronti per affrontare questo nuovo campionato – dichiara Luigi Spinnicchiache sappiamo non sarà facile. Abbiamo uno staff di primissimo livello, un settore giovanile che ha ottenuto risultati soddisfacenti. Ringrazio le istituzioni che ci sono vicine e gli amici sponsor che ci supportano. A tal proposito un doveroso grazie va a Vincenzo Riggio con il suo marchio Copral in rappresentanza della rete di sponsor che ci supporterà in questa nuova annata e la famiglia Abate con il marchio Famila, che ci ha permesso di essere qui fino ad ora”.

“Muri Antichi è come una famiglia – ammette il sindaco Santi Randouna realtà che ha portato e porterà sempre avanti i valori dello sport. Il gruppo riesce sempre a portare dei risultati e negli anni la squadra lo ha sempre dimostrato. Auguro alla società di proseguire su questa strada e di continuare il suo percorso di crescita”.

“La FIN Sicilia è orgogliosa di poter contare su una società come la Muri Antichi – afferma Sergio Parisiil titolo regionale con l’under 13 e i risultati della prima squadra ne sono la prova. La federnuoto Sicilia è una macchina che funziona, stiamo facendo tanto per valorizzare i giovani, progetto che sta a cuore anche ai Muri Antichi e che porta avanti da tempo con grande professionalità e competenza”.

“Non voglio pensare allo scorso campionato – dichiara Giovanni Puliafito ma ringrazio comunque tutti gli artefici della grande cavalcata. Quest’anno la musica sarà diversa, il livello è veramente alto. Noi siamo chiamati a lottare partita dopo partita, consapevoli dei nostri mezzi. Faremo di tutto per costruire la nostra salvezza in casa, per noi significherebbe vincere un campionato”.

“Strategia e progettualità continueranno ad essere la chiave del nostro processo di crescita – le parole del DS Antonio Bellecci-. Abbiamo in squadra numerosi giovani e in questo sono molto importanti le collaborazioni con le altre società, come la Waterpolo Catania dove militano alcuni dei nostri più giovani per fare esperienza. Pensiamo al presente, a questo nuovo impegnativo campionato, ma mi piace pensare anche in ottica futura e i giovani sono il fulcro per poter attuare questo piano”.

“Come non ricordare Mauro in questo giorno – parla Nello Russoun grande uomo prima che tecnico. Muri Antichi è una società amica a cui faccio i miei migliori auguri per questa stagione”.

In chiusura di conferenza ha parlato il nuovo capitano, Vincenzo Carchiolo, che ritorna ad indossare la calottina dei Muri: “Sono molto contento di essere tornato in quella che per me è la mia casa. I ragazzi si impegnano molto e sono contento di esserne il capitano. Ce la metteremo tutta per portare a casa la salvezza”.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*