Serie B, la Sifi Kondor cede in casa al Pizzo Calabro, l’Avimecc Modica supera il Lamezia

Serie B2 – Girone I, Sifi Kondor Volley superata in casa dal Pizzo Calabro

È un saluto amaro quella della Sifi Kondor Volley al PalaAbramo di Catania. Nell’ultima gara del 2018 fra le mura amiche, la formazione di Giovannetti non riesce ad imporre, come sempre aveva fatto fin qui in stagione, la propria legge, cedendo di fronte ad un coraggioso Pizzo Calabro. Dopo aver gestito in maniera agevole il primo set, le Kondorine hanno infatti perso la bussola inanellando un paio di errore risultati fatali.

Le avversarie infatti hanno saputo approfittare dei momenti di difficoltà biancazzurri senza lasciare nulla di intentato, venendo alla fine premiate per la costanza. Nulla di irreparabile tuttavia in casa Kondor, dove c’è da fare i conti con una panchina resa ancor più corta del previsto dalla contemporaneità della gara di Serie C. In campo mister Giovannetti ha comunque voluto giocare le carte a disposizione, ottenendo una buona risposta dalle giovanissime Moltisanti e Ferraro.

SIFI KONDOR CATANIA- MEDIOLANUM PIZZO CALABRO 1-3

Kondor Catania: Dakaj, Catania, Carnazzo, Bilardi, Torre, Lo Re, Murru (L), Ferraro, Moltisanti, Riferi, Nicotra. All. Giovannetti.

Pizzo Calabro: Mercanti, Bruno, Labate, De Franco, Speranza, Filacchioni. Saieva (L), Dodaro, Sapone, Drago, Varcasia. All. Monopoli.

Arbitri: Flavia Caltagirone e Giovanni La Mantia della sezione di Palermo.

Set: 25-22, 19-25, 23-25, 18-25.


L’Avimecc Volley Modica inizia al “Geodetico” e conclude al “Palarizza” superando il Lamezia

Avimecc volley Modica

Continua la striscia di successi dell’Avimecc Volley Modica che in una gara giocata in “due tempi” si sbarazza senza grossi problemi del Raffaele Lamezia.

Un successo in tre set iniziato al “Geodetico” e concluso al “PalaRizza” per via dell’annoso problema condensa che affligge la struttura tensostatica di via Fabrizio e che nessuno riesce a risolvere.

Chillemi e compagni iniziano col il giusto piglio la gara e concedono pochissimo ai loro avversari che in poco meno di un quarto d’ora si ritrovano a – 8 (11/3) dai biancoblù con coach Stella che prova a fermare la “corsa” modicana chiamando il primo timeout, ma Modica non molla e la forbice del punteggio continua ad allargarsi fino al +10 (16/6). Un piccolo calo di tensione modicano consente al sestetto lametino di rifarsi sotto 16/11, ma Modica alza nuovamente i ritmi e allunga fino al 23/16 che valeil secondo timeout ospite. Al ritorno in campo la reazione calabrese riporta gli ospiti a -3 (24/21) quando Bua richiama in panca i suoi atleti che al ritorno in campo chiudono il parziale con la conclusione vincente di Calabrese.

Il “Geodetico” causa la troppa condensa diventa impraticabile e gli atleti sono costretti a raccogliere armi e bagagli e trasferirsi al “PalaRizza”. Dopo poco più di un’ora si torna a giocare con i padroni di casa che si portano subito avanti 5/3. La forbice del punteggio si allarga fino al 17/11 con Stella che si vede costretto a chiamare il timeout. Al ritorno in campo Lamezia si ricompatta e prova a recuperare. Approfittando di un picoolo calo di tensione dei biancoblù di Bua il sestetto lametino riesce a rinetrare in scia (20/17), ma coach Bua chiama i 30″ a sua disposizione e invita i suoi ragazzi a ricominciare a giocare. Ed è subito accontentato perchè Chillemi e i frateli Raso ricominciano a martellare e sul 24/20 costringono il tecnico del Lamezia a spendere il suo secondo timeout a disposizone. Ma gli effetti dell’interruzione non sono quelli sperati, perchè Modica si porta sul 2 – 0 con il set point firmato da Torre.

Dopo l’iniziale equilibrio del terzo set (4/4) Modica prova ad allungare ancora (7/4), ma la serie positiva in battuta di Bruni riporta Lamezia in parità (10/10). Si va avanti punto a punto fino al 14 pari, ma Modica vede il traguardo molto vicino alza il ritmo e allunga di 3 (19/16). Stella chiama il timeout e prova a spronare i suoi ragazzi, ma ormai la gara è indirizzata verso il successo modicano. Ciccio Raso ha una buona serie in battuta e la forbice del punteggio si allarga fino al 21/16 che vale il secondo timeout ospite. Lamezia ha una flebile reazione che vale due punti consecutivi, ma Modica rimane sul pezzo e sfruttando l’errore in battuta di D’Amicis conquista anche il terzo set 25/18 conquista il successo pieno e continua a volare in classifica.

AVIMECC VOLLEY MODICA 3

RAFFAELE LAMEZIA 0

AVIMECC VOLLEY MODICA: Tulone 3, Andrea Raso 5, Francesco Raso 8, Torre 7, Melilli 7, Chillemi 12, Turlà, Calabrese 4, Modica 1, Cavalli (L1), Dormiente (L2), n.e. Sortino, Cicero. All. Peppe Bua.

RAFFAELE LAMEZIA: Notte 4, Graziano, Citriniti 4, Morelli 1, Porfida 1, Leone 3, Bruni 5, Paradiso 1, Procopio 9, D’Amicis 3, Del Carpio, Sacco (L), n.e. Torchia. All. Antonio Stella.

ARBITRI: Denise Galletti di Catania e Daniele Amenta di Floridia.

PARZIALI: 25/21, 25/21, 25/18.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*