Cutgana presenta “ScuolAmbiente” all’Istituto “A. Volta” di Floridia

L’ornitologo Renzo Ientile mentre illustra il progetto ScuolAmbiente

Presentato nei giorni scorsi, in occasione dell’Open day del 2° Istituto comprensivo “Alessandro Volta” di Floridia il progetto di educazione ambientale “ScuolAmbiente”, promosso dal centro di ricerca Cutgana dell’Università di Catania per sensibilizzare i ragazzi ad assumere maggiore responsabilità verso i problemi ambientali ed incoraggiare il cambiamento negli atteggiamenti e nei comportamenti individuali e collettivi.

Alla presenza di genitori e alunni, il progetto è stato illustrato dalla responsabile di ScuolAmbiente, Emilia Musumesi, e del direttore della Riserva naturale orientata “Vallone di Piano della Corte” di Agira, Renzo Ientile, grazie alla proficua collaborazione con il dirigente scolastico dell’Ic “Volta” Mario Bonanno con l’obiettivo di portare avanti con l’istituto un percorso di educazione ambientale e sviluppo sostenibile.

«L’obiettivo di ScuolAmbiente è di trasmettere a tutti gli studenti le conoscenze e le competenze necessarie a promuovere lo sviluppo sostenibile attraverso un orientamento dell’istruzione e dell’apprendimento in modo che tutti abbiano l’opportunità di acquisire le conoscenze, le abilità, i valori e gli atteggiamenti che li rendono capaci di contribuire al futuro del nostro pianeta – ha spiegato la dott.ssa Musumeci -. Per realizzare questi obiettivi e necessario rafforzare l’istruzione e l’apprendimento in tutti i programmi scolastici, si richiede formazione interdisciplinare e innovativa capace di cogliere il benessere dei sistemi naturali e umani ma anche la complessità e la interdipendenza tra loro».

“ScuolAmbiente” prevede lezioni in aula e la visita guidata nelle diverse aree protette gestite dal centro di ricerca Cutgana che, inoltre, mette a disposizione la propria struttura e il proprio personale per lo svolgimento di tirocini imperniati sull’attività di gestione del patrimonio naturale nell’ambito dei progetti di “Alternanza Scuola Lavoro”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*