XXIII Giornata cittadina della Donazione di Sangue e della Solidarietà, bilancio positivo +25% rispetto allo scorso anno

Le incerte condizioni climatiche di prima mattina stavano per creare notevoli difficoltà organizzative, ma la comparsa del sole e la temperatura mite di metà giornata, domenica 20 gennaio hanno favorito la presenza di tanti cittadini in piazza Duomo, lato palazzo dei Chierici, dove si è svolta con successo l’intensa attività della XXIII Giornata cittadina della Donazione di Sangue e della Solidarietà che ha confermato il tema della manifestazione “Sant’Agata ti invita a donare”, organizzata in occasione delle annuali celebrazioni agatine, con la collaborazione dell’Assessorato comunale ai Servizi sociali e alle Politiche per la Famiglia, dai gruppi Fratres (coordinati da Vito Mazzarino) in sinergia con la Caritas diocesana, le Associazioni Agatine maschili e femminili, l’Opera Diocesana Assistenza e il gruppo diocesano di preghiera “Amici del Rosario”.

 A pieno ritmo e con un incremento del 25% rispetto all’anno scorso, si sono svolti la donazione del sangue nelle autoemoteche associative Fratres, Advs-Fidas, Avis, Cri, San Marco, lo screening al seno a cura dell’associazione Andos, le visite cardiologiche di controllo, nonché la raccolta di coperte e maglioni e generi alimentari di prima necessità per i poveri della Caritas.

A Catania il bilancio della giornata, anche sotto l’aspetto donazionale, è stato più che positivo: 30 predonazioni e 30 donazioni di sangue eseguite grazie alla disponibilità di altrettanti cittadini, la metà dei quali appunto si è presentata per la prima volta al controllo medico, in un contesto di disponibilità e di festa che si percepiva negli stessi organizzatori e nei visitatori, mentre si concludeva davanti alla Cattedrale e alla Casa del Fercolo l’allegra Marcia per la Pace dei Ragazzi di Azione Cattolica e si svolgevano attorno alla Fontana dell’Elefante i divertenti spettacoli di animazione per i bambini.

Il sindaco Salvo Pogliese e il parroco della Cattedrale, mons. Barbaro Scionti, hanno visitato gli stands e le autoemoteche complimentandosi con tutti gli organizzatori della grande manifestazione di solidarietà e di carità, segno dell’incessante devozione agatina. Si potrà donare anche la mattina del 5 in piazza Università e del 12 febbraio, davanti alla Collegiata.

  Antonino Blandini

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*