Serie B, l’Alfa Catania di coach Massimo Guerra cede 73-66 al Green Palermo

Georgi Sirakov (foto di Romano Lazzara)

Il derby siciliano di Serie B va al Green Palermo. L’Alfa Catania cede, al PalaMangano, con il punteggio finale di 73-66. Un’altra sconfitta per i rossazzurri di coach Massimo Guerra, che non riescono ad emergere in questo girone di ritorno. Le assenze di Gatti, Abramo e Mazzoleni (in panchina per onor di firma), non devono e non possono costituire un alibi. La squadra catanese lotta, sgomita, ma alla fine manca nei momenti topici della partita. Bisogna uscire le unghie, giocare con maggiore fame e determinazione. Il Green Palermo, sconfitto nettamente all’andata dall’Alfa, entra in campo agguerrito e concentrato. Il primo parziale si chiude sul 25-20 per i padroni di casa. L’Alfa rimonta. Le due formazioni si superano a vicenda nel punteggio. All’intervallo lungo Palermo è avanti per 42-41. Nel terzo quarto di gioco gli ospiti si smarriscono. Troppe palle perse, troppi errori in difesa. Il Green di coach Flavio Priulla non si fa raggiungere fino al suono della sirena. Il solito Sirakov (20 punti) non basta. Sabato, in casa, contro Matera l’Alfa dovrà fornire risposte importanti innanzitutto a se stessa.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*