Serie B2/F, la Sifi Kondor Catania supera in casa 3-0 il Castelvetrano

Nel girone I della serie B2 femminile, fa festa la Sifi Kondor Volley che nel pomeriggio di domenica al PalaAbramo conquista il quarto successo consecutivo e, approfittando del 3-2 di Palermo, scavalca il Giarre (prossimo avversario, ndr) in classifica rimanendo in solitaria sul terzo gradino del podio. Bastano poco più di sessanta minuti di gioco alla formazione di Giovannetti per archiviare la pratica Castelvetrano, formazione esperta ma in lotta per non retrocedere.

Grande prova di carattere dunque per le catanesi che in avvio piazzano subito il pesante break di +6 (7-1), ipotecando immediatamente la vittoria della prima frazione. Buono il gioco al centro nella metà campo locale con Carnazzo in evidenza anche in fase di muro. L’ace di Lo Re ferma il tabellone sul 25-14.

Al secondo set parte meglio Castelvetrano, avanti fino al 7-10. Lo Re dalla seconda linea rompe l’incantesimo e la Kondor, sfruttando la pungente battuta della sarda Murru, vola sul 17-10. Spazio così alle giovani Lo Porto ed Isgrò, con un a formazione in campo che ad eccezione di Lo Re è totalmente under 18. Di Isgrò la diagonale che chiude il secondo parziale. È ancora la tigre dell’etna Lo Re a rendersi protagonista in avvio al terzo parziale, ma è la forza del gruppo a fare la differenza, annullando ogni possibile tentativo di rimonta ospite.

Al termine della gara si festeggia ma il pensiero è alla giovane atleta del VolleyRò Denise Meli, infortunatasi durante il match contro Modica. A lei un forte abbraccio da parte di tutte le atlete e dello staff tecnico.

SIFI KONDOR CATANIA-CASTELVETRANO 3-0

Sifi Kondor Catania: Lo Re 20, Bilardi 6, Carnazzo 9, Ferraro 2, Murru 7, Catania 2, Leonardi 0, Lo Porto 4, Isgrò 1, Davì (L1), Moltisanti ne. All. Giovannetti.

Castelvetrano: Saladino 1, Cintura 4, Grassadonia 3, Patti 6, Vullo 10, Crescente 2, Luraghi (L1), Mattozzi ne. All. Calcaterra.

Arbitri: Valentina Angeloni e Annalisa Martorino di Siracusa.

Set: 25-14 , 25-16, 25-19.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*