Serie A2, la Copral Muri Antichi sconfitta 9-6 dalla capolista Rari Nantes Salerno

Si è dimostrata più forte la capolista del torneo di serie A2, Rari Nantes Salerno della Copral Muri Antichi, ma la formazione di coach Puliafito ha mostrato un carattere combattivo ed ha lottato, nonostante un inizio di gara non esaltante, provando a ribattere colpo su colpo e a ribaltare il risultato portandosi fino al -1 nel quarto parziale, ma non è bastato per portare a casa punti importanti in chiave salvezza, 6-9 il finale con i Muri che hanno tenuto testa alla capolista, sicuramente un’ottima iniezione di fiducia in vista del prossimo impegno.

LA PARTITA

 Salerno fa subito la voce grossa, complice un approccio alla gara non perfetto dei Muri, con Sanges che realizza i primi due gol per la squadra di Citro e ancora Scotti Galletta, con l’uomo in più realizza il tris. La difesa della capolista sembra invalicabile e i Muri Antichi fanno fatica a creare occasioni da gol. Il secondo parziale si apre con un rigore realizzato da Luongo e successivamente viene espulso coach Puliafito per proteste. Dominano le difese più che gli attacchi e per Salerno è un bene visto il vantaggio rassicurante di 4 reti.

La Copral prova a reagire nel terzo parziale con il primo gol della gara arrivato ad opera di Paratore. Nemmeno il tempo di gioire però arriva la quinta rete degli ospiti realizzata da Luongo che effettua un taglio verso l’esterno e con un preciso pallonetto beffa Ruggieri (1-5). I ragazzi di Puliafito vogliono giocarsela fino alla fine e ci provano accorciando con Gluhaic che realizza il primo gol con l’uomo in più.

La Rari Nantes fa sentire la differenza in classifica nei momenti topici del match, con il solito Luongo, che in chiusura di terzo tempo realizza dalla distanza con l’uomo in più. Quarto tempo che si apre con la rete di Belfiore, Luongo però non sbaglia un colpo ristabilendo il +4 Salerno. Da questo momento l’attacco dei Muri inizia ad essere più fluido con Gluhaic che accorcia ancora accendendo una piccola speranza per la Copral.

La partita si riapre ufficialmente con il gol di Aiello che con l’uomo in più mette la palla dentro sfruttando un grande assist no look di Belfiore. Il momento dei Muri è incredibile e Gluhaic allo scadere dei 30” porta i Muri sul -1 (6-7) con ancora 4’ di gioco. Scotti Galletta finalizza una bella azione corale in superiorità ma la partita è ancora viva. Solo nel finale il fortunoso 6-9 chiude la contesa in favore dei campani.

LE INTERVISTE

 “Abbiamo venduto cara la pelle – afferma Spinnicchia – a parte un inizio disgraziato. Peccato aver avuto questo approccio, per il resto della partita abbiamo dimostrato di potercela giocare fino alla fine, cosa che abbiamo fatto arrivando sul -1. Poi un po’ di sfortuna e la loro freddezza sotto porta ha fatto la differenza. Siamo comunque soddisfatti e convinti di essere in una positiva fase di miglioramento”.

“Sono molto contento nonostante il risultato – ammette coach Puliafito – a fine gara ho fatto i complimenti ai ragazzi perché ci hanno messo l’anima. Non era facile contro una squadra che aveva 22 punti in più di noi. Siamo stati bravi a riaprirla, meno bravi ad approcciare la partita, perché all’inizio eravamo un po’ in confusione. Il bicchiere lo vedo assolutamente mezzo pieno e sono fiducioso per il prosieguo del nostro campionato”.

COPRAL MURI ANTICHI-RN SALERNO 6-9 

COPRAL MURI ANTICHI: Ruggieri, Carchiolo, Nicolosi, Zovko, Gluhaic 3, Aiello 1, Arancio, Belfiore 1, Leonardi, Paratore 1, Muscuso, Calarco, Gullotta. All. Puliafito.

CAMPOLONGO HOSPITAL RN SALERNO: Santini, Luongo 4 (1 rig.), Gandini, Sanges 2, Scotti Galletta 2, Gallozzi, Fortunato, Cupic 1, Mauro, Parrilli, Spatuzzo, Pica, Taurisano. All. Citro.

Arbitri: Bianco L. e Braghini.

Note: Parziali 0-3, 0-1, 2-2, 4-3. Espulso per proteste l’allenatore della Copral Muri Antichi Puliafito nel secondo tempo. Usciti per limite di falli Gallozzi (S) e Gandini (S) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Copral Muri Antichi 3/13; Campolongo Hospital RN Salerno 3/10 + un rigore. Spettatori 100 circa.

1 Commento

  1. Benissimo il Coach vede il bicchiere assolutamente mezzo pieno ed è molto contento ed è assolutamente fiducioso per il proseguo del campionato e come obiettivo finale un bellissimo campionato di serie B per l’anno 2020.Complimenti e tanti Auguri . un tifoso

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*