Serie B Old Wild West, l’Alfa Catania sconfitta in trasferta dal Palestrina, vittoria per l’Under 15 AlfaCus

L'Alfista Simone Gatti a canestro (foto di Romano Lazzara)

Non sono queste le partite da vincere a tutti i costi, ma con un pizzico di attenzione in più forse l’Alfa Catania avrebbe potuto ottenere un risultato positivo sul campo di Palestrina. La vicecapolista del Girone D della Serie B Old Wild West vince con il finale di 88-72.

La squadra di coach Ponticiello chiude in vantaggio tutti i parziali e porta a casa la diciannovesima vittoria stagionale. I rossazzurri lottano con determinazione, cuore e tanto impegno creando grattacapi alla forte squadra laziale. L’Alfa Catania di coach Massimo Guerra è molto aggressiva in difesa, ma commette alcuni errori in fase offensiva. Palestrina chiude il primo parziale avanti per 28-15.

All’intervallo lungo, i locali conducono per 47-35. Nel terzo quarto di gioco, Santucci e compagni si portano sul 68-50 per poi chiudere la gara con il punteggio di 88-72. In casa Alfa ha pesato l’assenza di Georgi Sirakov costretto a sedere in panchina per un problema fisico. Nota positiva il rientro in squadra di Luciano Abramo reduce da un lungo periodo di inattività Ottima la prestazione di Simone Gatti, per lui 16 punti realizzati. Sabato, al PalaCatania, il team catanese è obbligato a vincere.

Nel prossimo turno in terra d’Etna arriverà il Battipaglia fanalino di coda del Girone D.

PALESTRINA        88

ALFA CATANIA    72

Palestrina: Rossi 20, Ochoa 15, Santucci 13, Morici 12, Fiorucci 10, Banchi 9, Rischia 9, Carrizzo, Cecconi, Rizzitiello, Rossi, Mattei. Allenatore: Ponticiello.

Alfa Catania: Gatti 16, Provenzani 13, Agosta 11, Gottini 11, Vita Sadi 10, Consoli 4, Mavric 3, Florio 2, Abramo 2, Sirakov ne, La Spina ne. Allenatore: Guerra. 

Arbitri: Bandinelli di Firenze e Nocera di Cosenza.

Parziali: 28-15, 47-35, 68-50.


Under 15- Fase Eccellenza, l’AlfaCus Catania supera 54-41 l’Aretusa Siracusa

Vittoria e primato in classifica per l’AlfaCus Basket Catania Under 15 nella Fase Eccellenza. Al Leonardo Da Vinci, il quintetto allenato da coach Enrico Famà (assistente Mario Condorelli), supera l’Aretusa Siracusa con il punteggio finale di 54-41.

L’Under 15 AlfaCus Catania festeggia il successo (ph. Luca Platania)

Sfida al vertice, con entrambe le squadre che avevano finora subito una sola sconfitta, quella dell’AlfaCus maturata proprio contro i siracusani nella gara d’andata di 5 punti. Grazie a questo successo, i catanesi conquistano il primo posto in classifica a 5 partite dalla fine. L’accesso alla finale regionale è più vicino. La partita comincia con nervosismo da tutte e due le parti. Tanti errori e punteggio bassissimo fino al terzo parziale chiuso sul 30-31. Nel quarto periodo, l’AlfaCus cambia marcia e con un break di 24-10 conquista il successo, che significa scontro diretto a favore e un piede nella finale regionale.

Un ultimo quarto di gioco da incorniciare con una grande intensità di gioco, carattere e un cuore immenso. Cantarella mvp della partita, ma tutti i cestisti catanesi hanno dato un fondamentale contributo. Platania e Nicosia hanno impostato il gioco egregiamente e concluso con efficacia nei momenti che contavano, Nicolosi e Di Stefano impeccabili in difesa, Catania, Delia ed Esposito hanno dato energia ed ordine. Condorelli e Santagati coinvolti poco sono stati di sostegno per tutto il tempo. Grassi ha voluto fortemente esserci anche con la mano fratturata. Gran pomeriggio e grande vittoria per l’AlfaCus Under 15.

“Adesso non bisogna abbassare l’attenzione in questi 40 giorni – afferma coach Enrico Famà -. Ancora la strada è lunga. Contro l’Aretusa, dopo tre parziali giocati esattamente come non volevamo, ci siamo ritrovati in una partita con un punteggio bassissimo, unico modo per perderla. Poi nel quarto periodo, i ragazzi sono stati splendidi dal punto di vista dell’agonismo. Avevano grande voglia di conquistare questa partita che valeva tanto. Sono stati intensi, tecnicamente ineccepibili, cuore a dismisura, sono contento per loro, e mi sento fortunato ad allenare ragazzi del genere. Complimenti ad Aretusa, squadra forte ed organizzata benissimo, hanno sofferto le poche rotazioni. Grazie a loro in questi mesi abbiamo avuto una voglia matta di migliorarci per arrivare al massimo a questa sfida. Sono sicuro che ci rivedremo nuovamente con Aretusa in altre partite importanti”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*