Serie A2, la Copral Muri Antichi cede 5-9 nel derby contro la Telimar Palermo

Cade nel derby di serie A2 la Copral Muri Antichi che al cospetto del Telimar Palermo perde con il punteggio di 5-9. I ragazzi di Puliafito, costretti a fare a meno di Muscuso e Carchiolo hanno provato a restare attaccati al match, riaprendo la contesa in un paio di occasioni, ma senza mai impensierire realmente Palermo che ha fatto valere la posizione di rilievo che occupa in classifica.

LA PARTITA

Gli ospiti iniziano con il piglio giusto grazie ai gol di Lo Cascio e Saric direttamente su rigore. I Muri non mollano la presa e all’ultimo possesso, all’ultimo secondo del primo parziale accorciano con un gran gol di prepotenza da parte di Gluhaic. Nel secondo parziale arriva il pari della Copral con Zovko dal centro. Di Patti e Saric però fanno valere il peso dell’esperienza realizzando due gol che riportano il Telimar nuovamente sul +2 (2-4).

Palermo riesce a trovare il terzo gol di fila con Lo Cascio che colpisce col vantaggio numerico. Gli ospiti provano a scappare subito ad inizio terzo parziale. I Muri sbagliano troppo in fase di impostazione e su contropiede Fabiano porta Palermo sul 2-6. Aiello spezza il digiuno dal centro con l’uomo in più con la Copral che continua ad inseguire ma lascia accesa la speranza per riaprire la contesa.

Dopo il 7-3 Telimar ancora in chiusura i Muri fanno centro, stavolta con Nicolosi ben servito da Gluhaic. Lo stesso Gluhaic riporta i suoi sul -2 con un gol a 5’ dal termine. Il Telimar però è cinico segnando gol nei momenti topici del match e con l’uomo in più sembrano non sbagliare più un colpo. Il 5-9 di Lo Cascio spegne definitivamente le ultime speranze chiudendo di fatto la gara.

LE INTERVISTE

“La squadra ha prodotto gioco – dichiara Puliafito – anche più di quelle che sono le nostre aspettative. Abbiamo peccato in fase realizzativa, troppi sprechi con l’uomo in più. I ragazzi hanno difeso con le unghie e con i denti ma non è bastato. Non posso dire loro nulla. Lotteremo fino all’ultima giornata per conquistare questa salvezza”.

“Partita vibrante ma poco soddisfacente per il risultato – afferma Spinnicchia –. Paghiamo una settimana difficile, ancora una volta però abbiamo mostrato vitalità. Oggi hanno giocato in pochi e sono stati stoici da questo punto di vista. Ce la siamo tirata fino alla fine, ora ci toccano due partite difficili ma noi vogliamo farci trovare pronti. Auguro al Telimar Palermo le migliori fortune e che possano raggiungere gli obiettivi che si sono prefissati a inizio stagione”.

COPRAL MURI ANTICHI-TELIMAR PALERMO 5-9

 

COPRAL MURI ANTICHI: Ruggieri, Gullotta, Nicolosi V. 1, Zovko 1, Gluhaic 2, Aiello 1, Arancio, Belfiore, Leonardi, Paratore, Marangolo, Calarco, Nicolosi F. All. Puliafito.

TELIMAR: Lamoglia, Tuscano, Gaglioto, Di Patti 1, Occhione, Lo Dico, Giliberti 1, Saric 2 (1 rig.), Lo Cascio 3, Messana, Fabiano 1, Migliaccio 1, Sansone. All. Mustur.

Arbitri: Scillato e Paoletti.

Note: Parziali 1-2, 1-3, 2-2, 1-2. Usciti per limite di falli Galioto (T) e Calarco (M) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Muri Antichi 1/14 e Telimar 1/7 + un rigore realizzato. Spettatori 200 circa.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*