Football Americano, gli Elephants Catania sconfitti in trasferta dagli Achei Crotone

Ancora una sconfitta per gli Elephants Catania che non riescono, sul campo di Crotone, a scrollarsi di dosso la costante pressione della squadra calabrese che, sia in attacco come in difesa, ha costretto gli etnei ad una continua e purtroppo infruttuosa rincorsa.
Dopo un primo quarto a mete inviolate, nel secondo quarto gli Achei, dopo un lungo lancio che la difesa catanese non riesce a coprire, si portano in vantaggio con una corsa centrale, completando con una trasformazione da due punti.

Nel drive successivo, prima grossa occasione sciupata dai Liotri quando, portatisi fino a 10 yard dalla meta avversaria, si fanno intercettare con un ritorno in touchdown e successiva trasformazione, permettendo ai calabresi di andare al riposo sul 16-0, anziché con un sostanziale pareggio.
Dopo l’intervallo, una buona reazione degli Elephants accorcia le distanze con un TD di Lombardo, ma la pronta reazione degli Achei ripristina il vantaggio portando il punteggio sul 22-6. Reazione d’orgoglio degli etnei che riescono a segnare ancora con Lombardo portandosi sul 22-14, ad una sola segnatura di distanza dagli avversari.
Ultimo quarto: la difesa catanese continua a soffrire la pressione della linea avversaria e non riesce ad impedire una nuova segnatura degli Achei che trasformando da due, riportano il distacco a 16 punti. Sul finire, una lunga, notevole corsa del mai domo RB Lombardo porta i catanesi a ridosso della Goal Line avversaria; è lo stesso Lombardo a completare il drive in TouchDown che con la trasformazione da due punti fissa il risultato sul 30-22.

Il drive successivo degli Achei si conclude con un ‘fumble’ (palla persa) che concede agli Elephants un’ultima occasione per pareggiare: complice un fallo di interferenza che regala loro la palla sulle 10 yd offensive, i catanesi si giocano la loro ultima occasione; purtroppo un fallo di holding fa annullare la segnatura di Lombardo, lasciando i catanesi con l’amaro in bocca per una partita che avrebbero potuto pareggiare, ma che gli avversari hanno meritato di vincere.

Il Presidente, Lucio Maugeri: “I ragazzi ed il coaching staff hanno lavorato duramente dopo la batosta subita contro i Madbulls , i risultati si sono visti purtroppo solo ad iniziare dal secondo tempo con una poderosa rimonta dovuta ad una miscela esplosiva di cambiamento tattico e prova d’orgoglio dei nostri atleti che purtroppo non è bastata, anche se per poco, a colmare il gap di punteggio iniziale. Ottima prova della difesa, sempre più solida e coesa che ha infuso fiducia anche all’attacco. Buona prestazione anche dell’attacco che fa ben sperare per i prossimi imminenti appuntamenti con le squadre pugliesi. Onore agli avversari , ma se non fosse stata per qualche flag di troppo il risultato sarebbe stato diverso , quindi altro esame di coscienza e andiamo avanti, go Elephants”.

Renato Gargiulo (Head Coach Elephants Catania): “Quello che cercavamo in questa partita era una prova di carattere del nostro team è così è stato. Se analizziamo le dinamiche sviluppate sui quattro periodi di gioco ho registrato una costante tendenza della nostra difesa, l’offense è stata distratta e poco precisa nel primo tempo con una importante reazione nel secondo tempo. Gli Achei hanno giocato la loro partita in maniera equilibrata con un risultato finale giusto e che fino agli ultimi secondi di gioco è stato incerto. 
L’attacco catanese ha visto una buona prestazione nell’inossidabile Enrico Briegel Lombardo,  convincente anche il WR Pietro PieroBurger Vendemmia e tutta la Offensive Line (Virlinzi, Pagano, S.Guttadauro). 
In difesa un plauso a Dario Privitera, Marcello Falco Milioti e al DE Samoa. Durante la partita abbiamo fatto giocare per la prima volta alcuni rookies e sono molto soddisfatto della prova del QB diciasettenne JJ, che ha giocato parte della gara. 
Questo risultato per noi è prezioso dopo una trasferta pur sempre stancante e contro una squadra in crescita. 
Prezioso perché siamo entrambe al secondo posto del Girone A ma con un confronto diretto a nostro favore dato che all’andata era finita 23 a 2 per Catania. 
Ora con Rios dobbiamo pulire alcuni degli errori visti nella realizzazione delle nostre giocate offensive e con Pecoraro abbiamo l’opportunità di inserire dei rookies in difesa. 
Abbiamo due settimane di intensi allenamenti prima di rincontrare a Bari i Navy Seals, la regular season è ancora aperta e il Girone A dimostra di essere uno dei più ostici del CIF9 2019. Prossimo obiettivo staccare un biglietto per i playoff. La strada è lunga e tortuosa e ci piacciono le sfide”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*