Altri due arresti degli agenti del Commissariato Borgo Ognina per furto aggravato

Le autoradio rubate e la centralina

La Polizia di Stato ha arrestato, in flagranza, i pregiudicati catanesi Massimiliano D’Ambra di anni 33 e Lorenzo Chiarenza di anni 18 per tentato furto aggravato in concorso. Continuano i controlli da parte del Commissariato Borgo-Ognina volti a prevenire e reprimere il dilagante fenomeno dei reati contro il patrimonio con particolare riferimento ai furti di autovetture.

L’incessante lavoro degli investigatori del Borgo Ognina ha permesso di arrestare D’Ambra e Chiarenza responsabili del tentato furto aggravato di una Fiat Panda parcheggiata in via Empedocle e trovati in possesso di diverse auto radio rubate e una centralina notoriamente utilizzata per l’accensione del veicolo. Gli stessi, alla vista dei poliziotti, hanno tentato la fuga, prima a bordo di un ciclomotore e poi a piedi, senza riuscirvi poiché bloccati dai poliziotti.

Dal controllo effettuato, il ciclomotore utilizzato dai citati soggetti è risultato privo di copertura assicurativa e il conducente senza patente, per questi motivi sanzionati anche ai sensi del codice della strada. Il proprietario dell’autovettura, opportunamente notiziato, ha sporto denuncia.

Di recente, a fronte dei furti di autovetture consumati in zona Picanello-Borgo, sono stati arrestati e indagati in stato di libertà per ricettazione, furto e tentato furto aggravato di autovettura 16 persone, rinvenute e restituite ai legittimi proprietari numerose autovetture e ciclomotori. Rinvenuti anche diversi depositi/garage con autovetture rubate e parti di esse e centraline utilizzate per i furti di auto.

Attualmente, sono in corso gli accertamenti per verificare i proprietari delle autoradio verosimilmente rubate e che, a tal riguardo, potranno richiedere informazioni direttamente al centralino del Commissariato Borgo Ognina numero 095.7194811.

Nella giornata di ieri, nell’ambito del piano di azione Modello Trinacria volto a contrastare l’illegalità diffusa, personale del Commissariato Borgo Ognina unitamente al reparto Prevenzione Crimine e alla Polizia Locale, ha effettuato numerosi controlli che hanno consentito di conseguire numerosi risultati. Sono state controllate 25 persone, 123 veicoli, sanzionati due titolari di esercizi commerciali per occupazione di suolo pubblico, elevate numerose sanzioni al codice della strada per un totale di 10,704 euro.

Infine, è stata sequestrata penalmente una Smart precedentemente noleggiata e mai restituita e, per tale motivo, considerata la querela per appropriazione indebita sporta dalla società titolare di detto bene, il locatario e l’utilizzatore sono stati indagati in stato di libertà per appropriazione indebita e l’autovettura è stata sequestrata penalmente. Il locatario, in relazione a detta autovettura, ha un debito residuo di oltre 13 mila euro; infine, sono stati controllati numerosi soggetti sottoposti al regime di detenzione domiciliari.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*