Risate assicurate al “Brancati” di Catania con padre Attanasio-Tuccio Musumeci in “Fiat voluntas dei” di Giuseppe Macrì

Tuccio Musumeci (Foto Dino Stornello)

Come chiusura di stagione il Teatro Vitaliano Brancati di Catania, nel cartellone diretto da Tuccio Musumeci, ha proposto nella sala in via Sabotino, il classico di Giuseppe Macrì e cavallo di battaglia  di Angelo Musco, “Fiat Voluntas Dei”, produzione del Teatro della Città.

Debora Bernardi e Tuccio Musumeci (Ph. Dino Stornello)

La pièce, scritta nel 1935, diretta con mano leggera da Giuseppe Romani, in tre atti, con le eleganti scene di Jacopo Manni, i costumi di Sara Verrini, le musiche di Pippo Russo e le luci di Sergio Noè, racconta una vicenda  semplice, che parla di sentimenti umani, di condizioni sociali, con un protagonista irresistibile come Tuccio Musumeci ed una compagnia di invidiabile esperienza.

Nei panni del pavido ed umanissimo padre Attanasio, così come nell’edizione di ben 11 anni fa (il 2008, in occasione dell’apertura del “Brancati”), si fa sempre apprezzare ed applaudire il sempre in forma ed inossidabile Tuccio Musumeci alle prese con un sindaco geloso, una coppia di giovani innamorati osteggiati dai padri che tengono più al portafoglio che ai sentimenti dei loro figli. Mariti gelosi, cugine assatanate, padri apparentemente dal cuore duro ed altri divertenti personaggi fanno della commedia, come ricordato prima, cavallo di battaglia di Angelo Musco, un vero e autentico capolavoro di comicità ed umanità.

La compagnia di “Fiat voluntas dei” (Foto Dino Stornello)

Nel cast si fanno apprezzare Santo Santonocito (il geloso e nervoso sindaco, don Vincenzino), Aldo Toscano e Santo Pennisi (i due padri in contrasto, don Gaetano e don Girolamo), Olivia Spigarelli (la divertente donna Barbara), Debora Bernardi (la petulante ed assatanata cugina Mara), Lorenza Denaro e Plinio Milazzo (Anna e Paolino, i due innamorati), Margherita Mignemi (l’esilarante perpetua Filomena), Giuseppe Ferlito (il disinfettatore). Per gli spettatori, ieri come oggi, risate  a non finire per una pièce senza tempo e che riesce a regalare sempre una serata di assoluta spensieratezza all’insegna della semplicità e dei buoni sentimenti di una volta.

Fiat voluntas dei – spiega il regista Giuseppe Romaniè una commedia di sentimenti, che mette al centro componenti universali, fascinose e spirituali, suscitando nel pubblico reazioni ed emozioni in grado di pervadere l’animo umano. Abbiamo voluto sviscerare i caratteri dei personaggi di una commedia scritta 80 anni fa, attraverso la sensibilità e la passionalità di attori moderni che nulla avevano a che fare con quell’epoca e con quei caratteri rimanendo sempre fedeli al testo originale e facendo di questa fedeltà un momento di riferimento della messinscena”. Al Teatro Brancati sono previste repliche sino a domenica 26 Maggio.

Tuccio Musumeci nell’edizione del 2008

Scheda

Fiat voluntas dei
di Giuseppe Macrì
con Tuccio Musumeci
regia Giuseppe Romani
musiche Pippo Russo
scene Jacopo Manni
costumi Sara Verrini
luci Sergio Noè
Produzione Teatro della Città

Personaggi e interpreti
Padre Attanasio                                                                 Tuccio Musumeci
Don Gaetano Maravigna, benestante marito di Barbara    Aldo Toscano
Donna Barbara, moglie di don Gaetano                             Olivia Spigarelli
Paolino, figlio di don Gaetano                                            Plinio Milazzo
Mara, nipote di don Gaetano                                              Debora Bernardi
Don Vincenzino, sindaco marito di Mara                            Santo Santonocito
Don Girolamo, macellaio padre di Anna                             Santo Pennisi
Anna, figlia di Girolamo                                                       Lorenza Denaro
Filomena, la perpetua                                                          Margherita Mignemi
Disinfettatore, muratore                                                      Giuseppe Ferlito

Repliche
Giovedì 9 maggio h 21
Venerdì 10 maggio h. 21
Sabato 11 maggio h. 17.30 e  h.21
Domenica 12 maggio h. 17.30
Martedì 14 maggio h. 21
Mercoledì  15 maggio h 17.30
Giovedì 16 maggio h. 17.30
Venerdì 17 maggio h. 21
Sabato 18 maggio h. 17.30  e h. 21
Domenica 19 maggio h. 17.30
Giovedì 23 maggio h. 21
Venerdì 24 maggio h. 17.30
Sabato 25 maggio h. 17.30 e h. 21
Domenica 26 maggio h. 17.30

Di Maurizio Sesto Giordano 512 Articoli
Giornalista con esperienza trentennale nella carta stampata, collabora da oltre venti anni col “Giornale di Sicilia”. Cronista e critico teatrale, da anni collaboratore dell’associazione Dramma.it, cofondatore nel 2005 del quotidiano di informazione www.cronacaoggi.it. Esperto in gestione contenuti, editing, video, comunicazione digitale e newmedia, editoria cartacea, consulenza artistica, teatrale e sportiva.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*