Boxe, Remus Ilas a Brindisi nel match Italia-Bulgaria, Salvo Cavallaro argento in Repubblica Ceca

Coach Giovanni Cavallaro con Remus Ilas

Mentre la Cavallaro Boxing Team prepara un’altra riunione pugilistica alla Fitbull Palestre, che si terrà nel pomeriggio di sabato 1 giugno nella struttura di Via XXXI Maggio a Catania, i dettagli verranno resi noti entro le prossime 24 ore, due appuntamenti internazionali coinvolgono i guantoni azzurri del gruppo guidato da Coach Giovanni Cavallaro.

Per Remus Ilas, quinto appuntamento “Azzurro” del 2019. Venerdì 31 maggio e domenica 2 giugno salirà sul ring di Piazza della Vittoria a Brindisi in occasione del Dual Match di categoria Youth Italia-Bulgaria, I Trofeo Iaia (dall’omonimo team locale che organizza l’evento). Il 64 kg catanese è tra i 13 pugili, con lui anche un allievo del Maestro Mario Lanza, Nico Platania (49 kg), a disposizione dei tecnici Salvemini, Iaia e Alota. Sta svolgendo il consueto Training Camp di preparazione alla due giorni di gare.

Remus è reduce da ben 4 successi consecutivi che hanno caratterizzato l’inizio del 2019: il primo è stato ottenuto a Febbraio contro Biagio Grimaldi a Milano durante un match di “sottoclou” di Ring Rooster, quindi con la Nazionale Italiana nei Dual Match contro Francia a Rosny Sous Bois vittoria su Chadi e contro Irlanda a Borgo S.Lorenzo (Firenze) su Mc Cartyn; poi nel “9°Memorial Jechev” a Botevgrad in Bulgaria l’affermazione sul kosovaro Maliqi agli ottavi e la sconfitta ai quarti di fronte all’olandese Vossen, contro il quale è stata centrata la rivincita a Malta qualche settimana in occasione di un match a cui hanno preso parte diversi pugili della Cavallaro Boxing Team.

Salvo Cavallaro

Quattro gare nello scorso weekend (24-25 maggio) nell’impegnativo “Grand Prix Usti Nad Labem 2019”, ad Usti (Repubblica Ceca) una lunga corsa con 3 vittorie e una sconfitta finale: il nostro pugile medio dell’Italia Elite Salvo Cavallaro “Occhi di tigre” è salito sul podio di mezzo, migliore tra gli italiani in gara insieme a Maietta (bronzo), conquistando la medaglia d’argento dopo aver battuto il tedesco Mersujakov, il finlandese Gedminas, il brasiliano Sousa e perso all’ultimo match contro il cubano Lopez Cardona.

Dopo l’infortunio al bicipite brachiale, che lo ha tenuto lontano dal ring da dicembre a marzo, “Occhi di Tigre” ha ripreso a pieno l’attività azzurra così da potersi esprimere al massimo delle potenzialità e vincere in 3 occasioni, nei Dual match programmati dalla Nazionale Elite prima a Bastia Umbra, Italia-Francia contro Yoka, e poi a Villaznia per Italia-Albania contro il belga Natal ed il bulgaro Trifonov.

“Da ora mi aspettano – dice Salvo – poco meno di 3 settimane per preparare due importanti eventi: dal 21 al 30 giugno la seconda edizione dei Giochi Europei di Minsk, quindi a settembre dal 7 al 21 spazio ai Mondiali di Mosca. Obiettivo è ottenere il massimo dalla posta in palio”. 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*