Play-off serie C -Semifinale di andata, il Catania pareggia 2-2 con il Trapani al “Massimino”, etnei salvati da una miracolosa doppietta di Lodi

Catania-Trapani: 2-2

I ventimila spettatori che stasera gremivano il “Massimino” si aspettavano il Catania delle grandi occasioni, la squadra ben motivata dal tecnico Andrea Sottil capace di chiudere la gara d’andata con un rassicurante vantaggio di 2-3 reti in vista della trasferta di domenica prossima in quel di Trapani. Ed invece per un tempo e mezzo i tifosi rossazzurri hanno dovuto soffrire ed hanno già iniziato dopo soli 2′ per la prodezza balistica del numero 23 degli ospiti, Tulli, che lasciato libero ha calciato di destro trovando l’incrocio dei pali alla sinistra di Pisseri. Si è quindi messa subito male per gli uomini di Sottil che sono mancati completamente a centrocampo, lasciando spazio alla precisa manovra del Trapani che ha anche sfiorato più volte il doppio vantaggio anche con lo stesso Tulli mentre il Catania è sembrato lento, prevedibile ed ha fallito due facili occasioni con Di Piazza. Primo tempo chiuso col vantaggio granata e pubblico rossazzurro molto deluso.

Il 2-2 su rigore di Lodi

Nella ripresa sono subentrati poi Lodi e Baraye e si è vista qualche geometria, più movimento ma al 67′ un grave errore di Baraye consentiva a Ferretti di involarsi in area e di battere Pisseri per il 2-0 per la squadra di Vincenzo Italiano. Partita già chiusa e qualificazione in tasca per il Trapani? Nulla di tutto ciò infatti forse per un calo o un leggero rilassamento degli ospiti il Catania prendeva coraggio ed all’improvviso, al 72′ Lodi da centrocampo, vedeva fuori dai pali il portiere Dini e con un tiro preciso lo batteva accorciando le distanze.

All’85’ poi su azione in area del Catania veniva atterrato Manneh e l’arbitro decretava il rigore che Lodi, all’87’ trasformava con freddezza siglando il 2-2 e la seconda rete personale. La partita, dopo 5′ di recupero, si chiudeva con questo punteggio ed adesso tutto si deciderà al “Provinciale” di Trapani domenica alle 20.30 dove i rossazzurri per andare avanti dovranno vincere, mentre i padroni di casa potranno contare su due risultati, il pari e la vittoria. Ma il Catania, nella gara di ritorno, dovrà cambiare atteggiamento perchè per un tempo e mezzo è stato dominato dal Trapani che, solo negli ultimi 20′, è calato di ritmo e concentrazione, dimostrando comunque tutto il suo valore.

di Maurizio Sesto Giordano 582 Articles
Giornalista con esperienza trentennale nella carta stampata, ha collaborato per oltre venticinque anni col “Giornale di Sicilia”. Cronista e critico teatrale, da anni collaboratore dell’associazione Dramma.it, cofondatore nel 2005 del quotidiano di informazione www.cronacaoggiquotidiano.it. Esperto in gestione contenuti, editing, video, comunicazione digitale e newmedia, editoria cartacea, consulenza artistica, teatrale e sportiva.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*