A Catania dal 7 al 9 Giugno il primo “Interlinea poesia festival”

La tre giorni Interlinea poesia festival

La città di Catania si prepara ad ospitare, dal 7 al 9 Giugno, il primo “Interlinea poesia festival” promosso dalla casa editrice che pubblica anche l’Edizione nazionale di Giovanni Verga, in collaborazione con la libreria Mondadori di piazza Roma.

Il programma

In programma nella tre giorni vari reading, una mostra di grafica editoriale, una passeggiata nel centro storico sulle tracce degli scrittori, un aperitivo letterario in piazza Duomo e un ricordo dello scrittore Salvo Basso, oltre alle presentazioni delle novità dei poeti catanesi Renato Pennisi e Antonio Lanza, con una lettura di testi sulla Shoah. Interverranno anche l’editore Roberto Cicala e il critico della “Stampa” Giovanni Tesio.

“L’impazienza” di Renato Pennisi

Si inizia venerdì 7 Giugno  alla libreria Mondadori di piazza Roma 18, alle 17,30, con l’inaugurazione della mostra “Copertine di poesia. Dalla collana Lyra di Interlinea”, con incontro con l’editore Roberto Cicala. Alle ore 18 presentazione del libro “L’impazienza” di Renato Pennisi, con Giovanni Tesio.

“Abbaglia il bianco della pagina” dove “le storie i libri si consumano” in questi testi di Renato Pennisi che consiglia: “per meglio vedere occorre mettersi distanti”. Lo fa a partire da “tutte le cose mai possedute” nella sua Sicilia, terra di simboli, mare, donne e segreti. L’impazienza” è un racconto lirico e interiore in cui “la sorpresa fermatasi sul volto / descrive storie giunte da lontano”.

Alle ore 19 letture dal volume “Nell’abisso del lager. Voci poetiche sulla Shoah” a cura di Giovanni Tesio.

Sabato 8 Giugno alle ore 10 ritrovo alla libreria Mondadori per “Catania in poesia. Passeggiata letteraria in città” con letture e curiosità storiche, terminando alle ore 12 al Caffè del Duomo, in piazza Duomo, con un “Aperitivo poetico” con autori e lettori presenti. Lo stesso sabato alle ore 18, sempre alla libreria di piazza Roma, presentazione del libro “Suite Etnapolis” di Antonio Lanza, con intervento del critico Andrea Accardi.

Il Giardino Pippo Fava in via Caronda 82

Domenica 9 Giugno alle ore 18, al Giardino Pippo Fava, residenza di Fabbricateatro, in via Caronda 82, evento “Ritorno a Salvo Basso” con letture di Salvatore Agnello, Saragei Antonini, Francesco Balsamo, Angela Bonanno, Maria Gabriella Canfarelli, Giuseppe Condorelli e Biagio Guerrera, dal volume “Scriviriscriviri” (Antologia 1979-2002). Intervengono il regista di Fabbricateatro, Elio Gimbo e Salvatore Scalia.  “Il fuoco di Salvo Basso è la poesia. Non dunque una finalità, ma una necessità” ha scritto Giovanni Tesio presentando la prima antologia del poeta siciliano curata, con il titolo “Scriviriscriviri”, da Renato Pennisi.

Salvo Basso

Salvo Basso (Giarre 1963 – Scordia 2002), appassionato di filosofia e animatore culturale e politico, è una vera scoperta letteraria grazie al suo linguaggio fulminante e corrosivo, spesso in dialetto, con un testo, “nun sacciu scriviri poesii bboni ppe concorsi”, che resta il più esplicito documento di un ruolo di poeta laureato cui non ambisce, anche quando una malattia incurabile non gli lascia altre speranze. Perché per Salvo Basso “la poesia è fatta / di scale e scalette: / piano piano che / ti rompi l’osso del collo. // cosa dobbiamo fare, ci prepariamo? / sono pronto, la morte / può arrivare”.

Gli eventi di “Interlinea poesia festival” sono a ingresso libero.

Info libreria: 0957169610, Interlinea 03211992282, www.interlinea.com

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*