Presentato a Catania il nuovo cartellone del “Must-Musco Teatro” all’insegna del detto “Carpe theater-Cogli il teatro!”

Giuseppe Dipasquale e Valeria Contadino (Foto Dino Stornello)

Nasce all’insegna del motto “Carpe theater – Cogli il teatro!” la stagione teatrale 2019/2020 del “Must Musco Teatro” di Catania che è stata presentata nella storica sala di via Umberto da Valeria Contadino, presidente del teatro e dal direttore artistico Giuseppe Depasquale. Il cartellone, che propone otto titoli divisi in due sezioni (una con repertorio contemporaneo come Ibsen, Camilleri, Salce e Reali e l’altra comica) si ripropone di restituire alla città una struttura storica e rappresentativa che ha fatto la storia del teatro catanese.

La nuova stagione del MustMusco Teatro

Nel filone drammatico del cartellone troviamo “Casa di bambola”di Henrik Ibsen (che aprirà il 13 Dicembre la stagione)con Valeria Contadino e Sebastiano Tringali, quest’ultimo anche alla regia; “La donna a tre punte”, da un testo di Andrea Camilleri, con Valeria Contadino e la regia Giuseppe Dipasquale; “Muble Muble” di Emanuele Salce, figlio naturale del grande regista Luciano, che farà le sue “confessioni di un orfano d’arte” accompagnato ad Andrea Pergolari e Paolo Giomarelli e “La volpe e il leone”, scritto e diretto da Stefano Reali, con Giuseppe Zeno e Ruben Rigillo e la partecipazione di Serena Iannitti.

Per quanto riguarda invece il filone comico in scena “Troppu tafficu ppi Carrubba”, scritto e diretto da Giuseppe Dipasquale, che riprenderà il riuscito personaggio ideato con Andrea Camilleri. Sul palco Mimmo Mignemi con Valerio Santi e Francesco Russo; “Fèmmene” di e con Myriam Lattanzio e con Nunzia Schiano e la regia di Niko Mucci“Stonchiti”, una carrellata di personaggi della tradizione catanese affidati a Guia Jelo per la regia di Turi Giordano e infine “Lazzaretti e lazzariati” di Nino Mignemi, con Margherita e Mimmo Mignemi che curerà anche la regia.

Al centro Antonella Caldarella e Steve Cable de “La Casa di Creta” sul palco (Ph. Dino Stornello)

Numerose, infine, le attività collaterali previste. Ad esempio per il programma di attività di spettacolo per le scuole prosegue il partenariato con La Casa di Creta, compagnia internazionale di Teatro Ragazzi nata nel 1997 da Steve Cable e Antonella Caldarella e che proporrà spettacoli per giovani e giovanissimi anche in lingua inglese (Mister cable’s on zombie island, Mister cable’s scary holiday -in lingua inglese con attore madrelingua -, C’era una volta Babbo Natale, I tre porcellini, spettacolo per l’infanzia e la nuova produzione Green il salvaterra).

Altre attività saranno poi il laboratorio di animazione teatrale e drammatizzazione, il corso di giapponese tenuto dal docente madrelingua Yasuiro Sugimori e gli appuntamenti con Must Halloween e gli spettacoli di Carnevale.

Saranno poi riproposti per le scuole “La creatura del desiderio” di Andrea Camilleri e Giuseppe Dipasquale con David Coco, Valeria Contadino, Leonardo Marino e Antonella Scornavacca e “Don Chisciotte e  Sancio Panza” di Francesco Russo, dall’omonimo romanzo di Miguel de Cervantes, con Valerio Santi e Francesco Russo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*