Delegazione etnea a Matera per il Cammino nazionale delle Confraternite dal 14 al 16 giugno

Matera, Capitale Europea della Cultura 2019, com’era d’aspettarsi, è stata scelta quale sede ideale per gli appuntamenti nazionali di gran parte di istituzioni e sodalizi che annualmente celebrano i loro incontri. Così è stato anche per la confederazione delle Confraternite delle Diocesi d’Italia che, con la diretta organizzazione dell’Arcidiocesi di Matera-Irsina, ha organizzato il XXVI Cammino nazionale di fraternità delle Confraternite nei giorni dal 14 al 16 giugno.

Dunque, pronti a partire, anche dall’Arcidiocesi di Catania per vivere un’esperienza che, nella passata edizione del Cammino delle Confraternite di Sicilia, del settembre 2018 a Marsala, a dire dei partecipanti, è stata davvero entusiasmante.

Ed è quello che si aspettano adesso, e certamente di più, i membri della confraternita del SS. Sacramento di Tremestieri Etneo, dell’associazione cattolica “Gesù, Giuseppe e Maria” di Catania, della confraternita di Sant’Antonio Abate di Nicolosi, e il Circolo Sant’Antonio di Padova di Nicolosi, unitamente al presidente della Confederazione delle confraternite della diocesi di Catania, ing. Francesco Salmeri, ufficialmente partecipanti al Cammino di Matera.

Perché il tema del convegno che è stato scelto per il Cammino di Matera è senz’altro promettente di forti ripercussioni anche per il dopo-Cammino: “Gesù in persona camminava con loro. Le confraternite per la cultura dell’incontro”. Senza se e senza ma, un convegno, che al termine dei lavori assembleari, farà il punto sull’identità ed attualità delle confraternite nell’oggi e nella vita della Chiesa e della società.

E’ con grande gioia – scrive l’arcivescovo mons. Antonio Giuseppe Caiazzo – che la nostra Chiesa di Matera-Irsina accoglie e promuove il XXVI Cammino di Fraternità delle Confraternite delle Diocesi d’Italia …. Dalla terra di Lucania, attraverso una numerosa e storica presenza delle Confraternite, in un tempo di grande confusione e di sofferenza, parte quest’annuncio per l’intera Chiesa italiana: Cristo è luce del mondo, la Via, la Verità, la Vita! Da Matera, set cinematografico di tanti film sulla vita di Gesù, volgiamo il nostro sguardo verso la Croce innalzata nella terra della Murgia, come vessillo glorioso divenuto segno della nostra salvezza…”.

Il Cammino prevede anche un convegno scientifico su “I beni culturali delle confraternite e la pietà popolare” il 14 e 15 giugno, e nella giornata conclusiva di domenica 16 il Cammino processionale per le vie del centro storico e la Santa Messa nello stadio presieduta da mons. Caiazzo. Durante i giorni del Cammino le altre celebrazioni eucaristiche saranno officiate dal cardinale Gianfranco Ravasi, presidente del Pontificio Consiglio della Cultura, e dal vescovo di Tivoli e di Palestrina mons. Mauro Parmeggiani, assistente ecclesiastico della Confederazione delle Confraternite d’Italia, e saranno arricchiti anche da momenti “folkloristici” come concerti di cori e “La fiaccolata dell’Arciconfraternita della Morte e Orazione di Lanciano”.

Vincenzo Caruso

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*