La “Riconoscenza” tema della festa di fine anno scolastico del “S. Maria della Mercede”

La “riconoscenza” come valore educativo è stato il tema didattico dell’anno scolastico e durante la festa di chiusura, i bambini di tutte le classi dell’Istituto Paritario “S. Maria della Mercede” hanno declamato, cantato, raccontato un solenne e articolato “Grazie”.

Il ricordo di Padre Giuliano, fondatore dell’Istituto, che fino a giugno scorso ha partecipato alla festa, è stato evocato nei diversi momenti della rappresentazione, che si è svolta nell’ampio cortile dell’Istituto con la partecipazione di numerosissimi genitori, del Sindaco Marco Rubino, di assessori e consiglieri comunali.

Tutti i bambini della scuola dell’infanzia e delle cinque classi della scuola primaria sono stati protagonisti, presentando originali danze e seguendo un percorso valoriale sulla scia delle indicazioni del “Piccolo Principe”.

La bontà e la dolcezza, l’armonia e la frenesia, la gioia e la tristezza sono state rappresentate in maniera originale e con suggestivi e variopinti costumi, alternando brani di musica classi e moderna

Ha condotto magistralmente la serata l’insegnante Daniela Colombo e, a conclusione, la direttrice Lina Di Caro ha ringraziato commossa bambini e genitori.

Tra i progetti didattici dell’anno è stato ricordato il Consiglio comunale dei Ragazzi ed è stato ringraziato il preside Giuseppe Adernò, coordinatore provinciale dei CCR. Il sindaco dei ragazzi, Davide Duscio, ha presentato i “grandi” delle classi quinte, i quali hanno indirizzato alle insegnanti un commovente messaggio di saluto, ringraziandole per l’assidua e materna assistenza nel cammino formativo, quali affascinanti giardinieri che hanno curato il fiore dell’anima.

Il ricordo della scuola di padre Giuliano resterà impresso nella formazione di tutti i bambini, infatti, “Provare gratitudine e non esprimerla è come incartare un regalo e non darlo”. A conclusione dell’anno il regalo è stato donato ricco di creatività, manifestando performance artistiche, canore, ginniche e competenze espressive e comunicative.

 Il pubblico e i genitori hanno molto apprezzato il lodevole impegno delle insegnanti nell’organizzare un così armonico spettacolo, centrato sulla parola magica: “Grazie”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*