Serie A2, la Copral Muri Antichi conquista la “salvezza” superando il Padova

La Copral Muri Antichi festeggia la “salvezza” grazie ad una prova maiuscola compiuta dai ragazzi di coach Puliafito capaci di ribaltare il fattore “campo”, battendo in maniera netta e convincente il Plebiscito Padova fuori casa con il punteggio di 7-2 in gara-3 di finale play-out, una vittoria che regala il 14° anno consecutivo in serie A alla società del presidente Spinnicchia.

Una stagione sofferta, complicata e lunghissima, ma il cuore e lo spirito Muri Antichi non sono venuti meno, nemmeno nel momento in cui tutto sembrava compromesso. Tutti gli atleti hanno gettato il cuore oltre l’ostacolo, hanno difeso con le unghie e si sono compattati dal primo all’ultimo minuto, concretizzando le occasioni create, a dispetto degli errori commessi in gara-2.

LA PARTITA

Il primo gol è del Padova ad opera di Tomasella. Sarà il primo e ultimo vantaggio per il Plebiscito che subisce le marcature di Calarco e Belfiore che permettono alla Copral di chiudere in vantaggio il primo parziale sul risultato di 1-2. I Muri ipotecano la vittoria nel secondo e decisivo parziale che spezza le gambe al Padova che cade sotto i colpi di Gluhaic e compagni. Apre le danze il croato, poi ancora Calrco, Aiello e Zovko, tutti ad uomini pari, portano la Copral sull’1-6. Il Padova torna a segnare nel terzo con Barbato ma ancora Gluhaic realizza il 7-2. I fantasmi di gara-2 non si fanno rivedere, quando sul +4 il Padova riuscì a portarsi sul -1 sfiorando il pari. Stavolta i Muri vedono il traguardo vicino, non commettono sbavature e con una straordinaria maturità riescono a mantenere il vantaggio maturato fino al termine della partita che regala la tanto attesa gioia della salvezza.

LE INTERVISTE

 Raggiante a fine gara il presidente Spinnicchia che afferma: “Finalmente abbiamo affrontato la partita con il nostro solito spirito Muri Antichi. Chiunque indossa questa calottina riesce a dare sempre il tutto per tutto. I ragazzi sono stati eroici, anche quando tutto sembrava compromesso noi ci abbiamo sempre creduto. La salvezza conquistata è un grande segnale, il nostro settore giovanile va a gonfie vele e aver difeso la serie A per noi è una grande soddisfazione. Adesso lasciamo spazio ai festeggiamenti”.

“Abbiamo conquistato il nostro scudetto – dichiara coach Puliafitosono stati perfetti, forse abbiamo disputato la nostra miglior partita. Non ci siamo mai disuniti, abbiamo sbagliato pochissimo, voglio fare i complimenti a tutti. Una stagione lunga e complicata, ma questo epilogo la rende davvero bella. Un grazie particolare oltre che ai ragazzi anche a Fabio Rodo e Rosario Scorza, elementi fondamentali per la conquista di questa tanto agognata salvezza”.

 

C.S. PLEBISCITO PD-COPRAL MURI ANTICHI 2-7

C.S. PLEBISCITO PD: G. Calabresi, G. Leonardi, L. Tosato, M. Chiodo, M. Savio, J. Barbato 1, R. Gottardo, F. Robusto, G. Destro, Sartore, D. Rolla, L. Leonardi, M. Tomasella 1. All. Martinovic.

COPRAL MURI ANTICHI: P. Ruggieri, V. Nicolosi, D. Zovko 1, M. Gluhaic 2, E. Aiello 1, G. Arancio, V. Belfiore 1, A. Leonardi, G. Paratore, L. Muscuso, F. Calarco 2, F. Nicolosi. All. Puliafito.

Arbitri: Castagnola e Colombo.

Note. Parziali: 1-2, 0-4, 1-1, 0-0. Espulso per proteste Savio (P) nel quarto tempo. Nessun giocatore uscito per limite di falli. Superiorità numeriche: CS Plebiscito PD 2/9, Pol. Muri 1/7. Pol.Muri Antichi iscrive a referto 12 atleti. Spettatori 200 circa.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*