Arrestato dalla Polizia Stradale e dalle Volanti, dopo rocambolesco inseguimento, per resistenza a pubblico ufficiale

Polizia

Durante un servizio mirato di vigilanza stradale e controllo del territorio  predisposti dal Compartimento Polizia Stradale “Sicilia Orientale” di Catania, una pattuglia dipendente, si è vista costretta ad intraprendere un rocambolesco inseguimento di un individuo che a bordo di una Ford “Fiesta” prima sorpassava la pattuglia sulla corsia di emergenza della tangenziale poi, avvedendosi della presenza dei poliziotti che con segnalatori acustici e luminosi tentavano di intimargli l’alt, si dava ad una precipitosa fuga; sinergicamente le due pattuglie convergevano verso la direzione dell’uomo in fuga.

L’automobilista senza scrupoli, dopo aver posto in essere una serie di brusche manovre nell’intento di fuggire, si immetteva sullo svincolo San Giovanni Galermo in direzione Catania. Più volte  rischiava di arrotare dei pedoni intenti ad attraversare la strada e di collidere con gli automobilisti che sopraggiungevano, fino a quando non andava a scontrarsi con alcune fioriere in cemento vicine ad un parco giochi. Prontamente i poliziotti della Stradale davano immediata nota alla sala operativa cercando di fermare il malfattore, che pur avendo subito delle lesioni dall’impatto non indossando la cintura di sicurezza, tentava la fuga a piedi sferrando calci e pugni contro i poliziotti.

Nel frattempo dalla sala operativa della Questura venivano inviate diverse pattuglie delle volanti in ausilio alla Stradale e così, grazie anche all’aiuto degli Agenti delle Volanti, prontamente sopraggiunti, il malfattore viene immobilizzato e arrestato.

L’automobilista D.P., di anni 45, sottoposto ad alcoltest, è risultato positivo e da accertamenti di polizia è emerso che era privo di patente di guida perché ritirata in quanto già sorpreso alla guida in stato di ebbrezza alcolica. Ancora una volta la fattiva sinergia tra volanti della Questura e pattuglie della Stradale ha portato a sviluppi positivi sia dal punto di vista della repressione che dal punto di vista della prevenzione delle attività criminali sul territorio.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*