Nato il nuovo Governo giallo-rosso guidato dal premier Giuseppe Conte

I componenti del nuovo Governo giallo - rosso

E’ nato il governo giallo-rosso. La lista dei ministri è stata annunciata al Colle alle 15.30 (dopo un’ultima mattinata di riunioni e scontri). Giuseppe Conte ha sciolto la riserva davanti al capo dello Stato Sergio Mattarella e ha ufficializzato i nomi del suo esecutivo: il primo a maggioranza M5s-Pd con il supporto e un ministro di Liberi e uguali (Leu). Il giuramento avverrà domani alle 10, la fiducia alla Camera invece lunedì mattina. Sono in tutto 21 i ministri più il sottosegretario alle presidenza del Consiglio: nove Pd, 10 Cinquestelle (più il sottosegretario Fraccaro), uno di Leu e un tecnico al Viminale. Le donne sono sette, predominanza di ministri meridionali: oltre al premier pugliese, sono nati al sud 11 ministri su 21. Due i romani.

I ministri del nuovo Governo giallo-rosso del Premier Giuseppe Conte

Interno, Luciana Lamorgese; Economia e Finanze, Roberto Gualtieri; Affari Esteri e Cooperazione internazionale, Luigi Di Maio; Lavoro e Politiche Sociali, Nunzia Catalfo; Sviluppo Economico, Stefano Patuanelli; Difesa, Lorenzo Guerini; Rapporti con il Parlamento, Federico D’Incà; Innovazione, Paola Pisano; Pubblica Amministrazione, Fabiana Dadone; Affari regionali, Francesco Boccia; Mezzogiorno, Giuseppe Provenzano; Pari Opportunità e Famiglia, Elena Bonetti; Affari europei, Vincenzo Amendola; Giustizia, Alfonso Bonafede; Ambiente, Sergio Costa; Infrastrutture e Trasporti, Paola De Micheli; Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, Teresa Bellanova; Istruzione, Università e Ricerca, Lorenzo Fioramonti; Beni e Attività Culturali e Turismo, Dario Franceschini; Salute Roberto Speranza; Sport e alle Politiche Giovanili, Vincenzo Spadafora; Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Riccardo Fraccaro.

Da sottolineare che nel nuovo Governo c’è anche una catanese, si tratta di Nunzia Catalfo, storica militante pentastellata, nuovo ministro del Lavoro e “madrina” del reddito di cittadinanza.


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*