Il Cutgana “lancia” la campagna #[email protected]

Prosegue la campagna di sensibilizzazione #MicroplasticRisk promossa dal centro di ricerca Cutgana dell’Università di Catania nell’ambito del progetto “Pianeta&Salute”.

Dopo le iniziative itineranti estive lungo i litorali dell’Isola Bella e della Baia di Mazzarò a Taormina, dell’Isola Lachea e della Riviera dei Ciclopi ad Aci Trezza e a Aci Castello mirate a contrastare l’abbandono della plastica nelle spiagge – con la collaborazione di diversi stabilimenti balneari -, adesso il Cutgana “lancia” l’iniziativa #[email protected]

La nuova campagna – rivolta a enti pubblici, scuole, associazioni e club service – sarà avviata in autunno con l’obiettivo di informare il grande pubblico sui pericoli e i danni che le microplastiche possono causare alla salute umana al fine di assumere i giusti comportamenti e effettuare scelte consapevoli.

«Sono molto soddisfatta dei risultati ottenuti con la campagna estiva #MicroplasticRisk contro l’abbandono delle plastiche in spiaggia – ha spiegato la dott.ssa Natalia Leonardi, coordinatrice del progetto “Pianeta&Salute” diretto dalla prof.ssa Margherita Ferrante -. Siamo riusciti a raccogliere e smaltire correttamente una grandissima quantità di plastica evitando la dispersione in mare grazie agli operatori di Aci Trezza e Taormina e a tutti coloro che hanno partecipato attivamente a questa mission. L’apporto degli operatori locali è stato determinante anche per il raggiungimento degli obiettivi del Cutgana, ente gestore delle riserve naturali “Isola Bella” di Taormina e “Isola Lachea e Faraglioni dei Ciclopi” di Aci Trezza».

«Il nostro impegno continua con questa nuova campagna di sensibilizzazione rivolta ai cittadini con lo scopo di sensibilizzare e informare sugli effetti che le microplastiche possono avere sulla nostra salute» conclude la dott.ssa Leonardi.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*