Giornata mondiale del Risparmio, il 31 ottobre occasione per gestire le spese

Il 31 ottobre i più piccoli celebrano Halloween, si travestono e si divertono per le strade cittadine. Per i più grandi invece il 31 ottobre è la data della Giornata mondiale del Risparmio, un’occasione buona e virtuosa per fare il punto su come è possibile tenere a bada le spese.

Una strada per combattere gli sprechi e imparare a risparmiare è organizzarsi. Dall’organizzazione della quotidianità si può trarre enorme beneficio, anche economico.  

Per questo motivo Wiko, il brand franco-cinese di telefonia che fa dell’accessibilità e della “democratizzazione” della tecnologia mobile la sua mission, ha scelto di redigere una lista di 5 pratici tips per risparmiare. Consigli semplici, alla portata di tutti e facilmente percorribili grazie al supporto di uno smartphone. Questo strumento può infatti diventare un grande alleato nel “calendario finanziario” della famiglia e delle spese personali.

Per stilare questa breve guida, Wiko ha interpellato un’esperta riconosciuta, Sabrina Toscani, Fondatrice di Organizzare Italia, co-fondatrice e presidente di APOI Associazione Professional Organizers Italia (nella foto), autrice di ‘Facciamo Ordine’ Mondadori editore.

Ripercorriamo, quindi, con ordine i suoi consigli:

  1. Eliminare il superfluo dagli spazi di casa: spesso si compra più di quello di cui si ha bisogno perché non è chiaro ciò che si possiede. Gli oggetti in casa sono troppi e nella confusione si rischia di disperdere ciò che serve, e sprecare così non solo denaro, ma anche la pazienza. L’organizzazione domestica inciderà positivamente sul risparmio di tutti.
  • Tenere traccia di entrate e uscite: vedere nero su bianco la propria situazione economica è molto più efficace che supporla o averne una percezione solo ‘emotiva’. La divisione in categorie delle spese e degli acquisti, poi, aiuta a comprendere meglio in cosa si è speso e ad avere maggior consapevolezza su come si voglia veramente investire il proprio denaro in futuro. Smartphone alla mano sarà immediato scaricare una delle tante app create proprioper gestire, personalizzare, condividere e aggiornare in tempo reale i modelli di spesa.
  • Creare un budget e contemplare sempre gli imprevisti: la lista delle spese effettuate ha significato se viene utilizzata per prevedere le spese future. Sulla base delle entrate e uscite passate si possono fare previsioni per non farsi sorprendere e affrontare con maggior serenità gli eventi. È importante però riservare nello stesso budget di spesa una percentuale per le spese impreviste. Un guasto all’auto, un intervento dal dentista, una bolletta più cara del solito verranno vissuti con minor stress.
  • Monitorare le offerte: per chi oltre a tenere traccia dei flussi in entrata e in uscita sul proprio conto vuol essere certo di risparmiare sulle spese quotidiane, è possibile organizzarsi scaricando sullo smartphone app che comparano e confrontano i volantini e le offerte attive in negozi, supermercati, insegne della grande distribuzione.
  • Salvadanaio familiare: darsi degli obiettivi di risparmio sia personale che familiare non solo aiuta a gestire meglio le risorse, ma può essere anche educativo. Un esercizio utile può essere fissare una meta condivisa, per esempio una vacanza da far insieme la prossima estate o un acquisto per la famiglia creando un piano di risparmio progressivo. Ogni settimana si possono accantonare qualche decina di euro per gli adulti e qualche centesimo di euro per i bambini: per esempio partendo da 50€ la prima settimana, poi €49 la seconda e così via, in 45 settimane verranno messe da parte circa €1.000 senza troppo sforzo.

Seguendo questi consigli, con il Black Friday alle porte, si potranno commisurare le occasioni di acquisto alle reali necessità ed esigenze del singolo e della famiglia. Quest’anno il Venerdì Nero dello shopping potrà essere finalmente affrontato con maggior consapevolezza, meno tentazioni e più buon senso.

WIKO

Wiko SAS è stata fondata nel 2011 a Marsiglia in Francia. Oggi opera a livello globale ed è presente in più di 30 Paesi nel mondo, entrando nella Top 4 delle aziende di smartphone in Europa occidentale. Forte del suo successo nel mercato europeo, l’azienda è in crescita nel mercato internazionale in Asia, Africa, Medio Oriente e ora negli Stati Uniti. È membro di French Tech, un’agenzia governativa che promuove l’innovazione e la creazione digitale. Wiko è parte di Tinno Mobile Technology Corp., l’innovativa azienda specializzata nello sviluppo e nella produzione di smartphone, fondata nel giugno 2005 a Shenzhen, in Cina. Il gruppo oggi ha 5 centri di ricerca e sviluppo e 2 siti di produzione che rappresentano 300.000 metri quadrati di area industriale. Tinno conta ora più di 5.000 dipendenti in tutto il mondo, con un fatturato annuo pari a circa 1 miliardo di euro.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*