Il cibo di stagione per la nostra salute: la zucca regina dell’autunno

Zucca

Scegliere frutta e verdura di stagione è il primo passo per avere un’alimentazione sana ed equilibrata. Affidando la scelta del cibo a ciò che offre la natura in quel momento, possiamo essere certi di garantire al nostro corpo la giusta varietà di sostanze nutritive di cui ha bisogno. Portare in tavola cibi freschi, di buona qualità, possibilmente locali e prodotti nel rispetto della stagionalità, è indispensabile per una dieta che sia salutare e sostenibile.

La zucca regina dell’autunno

Protagonista di questa stagione è senza dubbio la zucca, che con la sua polpa dolce e compatta tinge l’autunno di un colore arancione intenso. La zucca è un ortaggio dalle molteplici proprietà. Conoscerle ci permette di sfruttarle, in funzione a quelle che sono le nostre esigenze. La zucca è ricchissima di acqua (oltre il 94%) e di zuccheri, ma è anche un concentrato di vitamine e sali minerali tra cui:

  • Vitamina A
  • Vitamina K
  • Potassio
  • Magnesio
  • Calcio

La vitamina A (retinolo) e la Vitamina B2 rendono quest’ortaggio prezioso per la vista, in quanto protegge gli occhi da diverse patologie quali la degenerazione maculare e la cataratta.

Il betacarotene, precursore della vitamina A (retinolo), abbondante nella zucca, è un importante antiossidante, utile quindi a contrastare i radicali liberi e a prevenire l’invecchiamento cellulare e tissutale; protegge inoltre il sistema circolatorio, potenzia il sistema immunitario ed esplica attività antinfiammatoria generale.

Zucca al forno aromatizzata

Per la presenza di zuccheri, per l’azione diretta del magnesio e del calcio e per effetto miorilassante del potassio, la zucca svolge un’importante funzione sedativa sul sistema nervoso centrale, per cui può avere effetto calmante nei soggetti ansiosi, ma è anche indicata in condizioni di stress o di insonnia, soprattutto se associata alla pasta. Ideale per chi pratica sport per la ripristinare l’equilibrio elettrolitico dopo l’allenamento e per sostenere l’attività dei muscoli, compreso il cuore.

Bisogna tenere in considerazione che le proprietà nutrizionali della zucca, come quelle di qualsiasi altro alimento, possono cambiare e avere effetti diversi sul nostro organismo in base alla modalità di cottura e alle associazioni con gli altri cibi nel pasto.

Ad esempio, la vitamina A e la Vitamina K di cui la zucca è ricchissima, sono sostanze liposolubili, cioè diventano biodisponibili se la zucca è cotta con olio extravergine. Bisogna tenere in considerazione questo aspetto per modulare l’effetto della vitamina K che può essere coagulante o anticoagulante, ovvero può rendere il sangue più o meno denso, a seconda del modo in cui è cotta:

–  se vogliamo aumentare la coagulabilità del sangue, ad esempio per frenare un flusso mestruale troppo abbondante, è preferibile cuocere la zucca in olio extravergine (fritta o in padella).

– viceversa, per ottenere un effetto diuretico e fluidificante è importante che la zucca non venga cotta in olio, ma in acqua, come ad esempio nella vellutata, oppure al forno. Se opportunamente associata, può essere utile nelle ipercolesterolemie, nelle patologie cardiovascolari, nella ritenzione idrica.

Federica Portuese, Biologa Nutrizionista

Ha fatto del suo amore per la cucina buona e genuina una professione basata sulla consapevolezza che attraverso il cibo ci si può prendere cura di sé stessi e degli altri, in modo semplice. Specializzata in Bioterapia Nutrizionale, applica i principi fondamentali di questo metodo alla Dieta Mediterranea, quella vera e autentica dei nostri antenati. Con il suo lavoro accompagna il paziente in un percorso di cambiamento personalizzato e mai fatto di rinunce, alla scoperta del giusto equilibrio tra gusto e salute, che si ottiene imparando a scegliere alimenti di qualità e ad associarli in modo corretto nei pasti, così come ci insegna la tradizione.

Tel. 348.8717500 – E -mail: federicaportuese@gmail.com

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*