Maria Donata D’Urso e Wol ka portano in scena il 9 e 10 Novembre a Scenario Pubblico di Catania lo spettacolo “E[Ma”

E-MA - Conception: Maria Donata D’URSO, Wolf KA

La ricerca dei due artisti, Maria Donata D’Urso e Wolf Ka [DE], durante un periodo di residenza in Giappone, alla Villa Kujoyama  dà vita allo spettacolo E[MA – Disorienta, che andrà in scena sul palcoscenico di Scenario Pubblico a Catania sabato 9 e domenica 10 Novembre nell’ambito della stagione “Maturità – Scenariodanza 2019/20”.

E[MA è una scultura vivente, un lavoro coreografico frutto della ricerca sull’ideogramma: «MA: esperienza del vuoto e del silenzio tra le cose e gli esseri».
La partizione coreografica è interpretata da danzatori di generazioni, culture, e linguaggi diversi. Il lavoro pone l’attenzione sugli spazi interstiziali di queste molteplici differenze per aprirsi a una nuova estetica. La scena diventa come un microcosmo con riferimento al mondo contemporaneo: la relazione tra danza e tecnologie non propone un mondo virtuale, ma al contrario, un dialogo fisico tra gli oggetti-robot e i corpi dei danzatori. L’organico e il geometrico insieme creano un’unica esperienza spazio-temporale.

Donata D’Urso, interprete, autrice e direttore della Compagnia DisOrienta è un’artista originaria di Catania che da molti anni vive e opera a Parigi, collaborando con artisti quali Christian Rizzo, Paco Decina, Jean Gaudin, Hubert Colas, Francesca Lattuada, Arnold Pasquier, Marco Berrettini. Il suo lavoro di danzatrice e coreografa formata alle tecniche classiche e contemporanee ma anche all’architettura e all’energetica cinese è rivolto alla sperimentazione. Dal 2002 realizza creazioni che sondano e reinventano gli spazi della rappresentazione del corpo. 
Per e[ma l’artista catanese ha collaborato con Wolf Ka, digital artist, anche lui vive e lavora a Parigi, fondatore della compagnia « Res Publica » con cui crea numerosi lavori. Al centro della sua ricerca è il concetto di dispositivo scenico, che designa un’organizzazione specifica di tecniche, tecnologie e forme di rappresentazione per interrogare l’uomo e il suo ambiente tecnologico. Nel 2012 è laureato alla Villa Kujoyama- Kyoto, Giappone. Dal 2016 è manager a Volumes, uno spazio di co-working, foodlab, maker-space, luogo di innovazione e creazione a Parigi.

Scenario Pubblico avvia le sue attività nel 2002. Situato nei pressi del centro storico di Catania ha in Roberto Zappalà l’ideatore e promotore del suo recupero. Una struttura dei primi del 900 acquistata grazie all’intervento di privati e ristrutturata con fondi europei, pensata per la danza contemporanea, raro esempio in Italia di centro coreografico europeo e diventato presto punto di riferimento per la danza nel Sud Italia. Nel 2015 il MiBAC riconosce Scenario Pubblico con la Compagnia Zappalà Danza quale uno dei 4 Centri Nazionali di Produzione della Danza. La struttura si articola in uno spazio per le performance da 150 posti con un grande palco ottimamente attrezzato, due ampie sale prove, un bar/ristorante, uffici, un archivio video e una foresteria. Il focus principale è posto sulla danza contemporanea e al suo interno si sviluppano attività di produzione, programmazione, ospitalità, formazione e divulgazione.

PER INFO E PRENOTAZIONI Spettacolo:

https://www.scenariopubblico.com/produzioni/ema/

PER INFO E ACCREDITI: info@scenariopubblico.com  –
(+39) 095 2503147

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*