Premio “Ofelia 2019” il 18 dicembre la cerimonia Ristoworld Italy a Biancavilla

Come ogni anno nel periodo natalizio Ristoworld, associazione di cucina, turismo e valorizzazione del Made in Italy presieduta da Andrea Finocchiaro, celebra gli stati generali con la consegna del Premio Ofelia, dei collari, riconoscimenti e benemerenze associative.

Appuntamento mercoledì 18 dicembre, alle ore 18, nella Sala Regina del Beauty Garden di Biancavilla che ospiterà la cerimonia di consegna e a seguire la cena di Gala.

Ricevono il premio Ofelia 2019 lo chef Tano Simonato (stellato Michelin, già premiato a Milano nei giorni scorsi), l’artista Silvana Consoli, il giornalista e scrittore Rodolfo Amodeo, il professore e scrittore Giuseppe Manitta, lo showman Ruggero Sardo, il sindaco di Troina Fabio Venezia, l’attore Gino Astorina, i brand manager Luciano Guglielmino e Mario Platania, lo chef Giuseppe Laudani, l’avvocato Carmen Privitera, il presidente Disciples Escoffier Sicilia chef Lorenzo Montemaggiore, l’imprenditore della ristorazione Alfredo Leocata, le marketing manager Milena Calì e Adelaide Damigella, il pastry chef Calogero La Mattina, l’executive maître Luigi Bonina, il formatore aziendale della ristorazione Giuseppe Milazzo, il docente e formatore Salvatore Bannò.

La cerimonia di premiazione sarà condotta da Marsh Proietto di Silvestro, direttore Ristoworld Ristonews, alla presenza delle più alte cariche associative.

«Desidero ringraziare quanti in quest’anno che ormai volge al termine hanno contribuito a rafforzare il buon nome e l’immagine dell’Associazione – commenta il presidente Andrea Finocchiaro – e congratularmi con i vincitori del Premio Ofelia che rappresenta il nostro “grazie” a quanti davvero sottolineano quotidianamente, ognuno nel proprio ambito, l’eccellenza e l’inventiva della Sicilia e dell’Italia».

Al termine della premiazione l’atteso passaggio di campana con la presentazione del nuovo assetto associativo e delle cariche direttive di Ristoworld Italy per il prossimo triennio.  

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*