Serie C, la Sicula Leonzio Women travolge 9-1 il Catanzaro

Sicula Leonzio Women (foto Sabrina Malerba)

Nella nona giornata del Girone D della Serie C femminile la Sicula Leonzio Women prende tutto ciò che poteva chiedere al pomeriggio del “San Gaetano” di Belpasso. Le bianconere travolgono per 9-1 il malcapitato Catanzaro, cogliendo il secondo successo consecutivo.

Che la giornata sia positiva, per le leonesse, si capisce già dai primi minuti di gioco, con le padrone di casa che producono occasioni con Ndiongue, Vitale e Agati. Il match si sblocca al 9’proprio con Ndiongue. Le reti di Martella, da fuori, e di Di Stefano, al termine di un coast to coast sulla fascia destra, inclinano pesantemente il match in favore delle leontine, che già al 19’ si portano sul 3-0. La marea bianconera, però, è ancora in fase di crescita: al 23’ Vitale viene stesa in area, guadagnando un rigore. Dal dischetto si presenta Cassandra Agati, che fa  4-0. Un minuto dopo nuovo affondo lentinese, con il pokerissimo servito da Marem Ndiongue. Sul 5-0 la spinta delle padrone di casa non si esaurisce e nei minuti finali del tempo arriva l’acuto di Alessandra Migneco (6-0), al 42’, e la terza rete personale di Marem Ndiongue (7-0), al 44’.

Con la gara in tasca le bianconere (nella foto di Sabrina Malerba) gestiscono la seconda parte del match. Al 64’ arriva la rete della bandiera del Catanzaro, con Verrino. Al 67’ Maria Di Stefano costruisce un eurogol da posizione defilata, sulla destra. Non basta, però, a placare la “fame” delle leontine, che colgono un palo con Martella e poi trovano la rete del definitivo 9-1 con Ndiongue, il cui tiro rimbalza contro la parte interna della traversa e s’insacca.

A fine gara mister Peppe Scuto commenta così: “Diciamo che la gara s’è messa subito bene con i primi due gol e da li è cambiata. Loro avevano anche cominciato bene, contrastandoci, ma oggi noi avevamo un altro passo. E’ finita con un risultato forse troppo pesante per il Catanzaro. Il gruppo continua a crescere ed è la miglior notizia, è uno degli obiettivi stagionali. Le ragazze stanno già pensando alla gara di domenica prossima a Pescara. Sappiamo che sarà un confronto duro, come quasi tutti gli altri. Intanto ci godiamo il risultato, abbiamo vinto e siamo felici”.

Grande protagonista della giornata è Marem Ndiongue, autrice di quattro reti: “Sono più contenta per il risultato che per le mie reti. Era una gara da non sottovalutare, che ci è servita per crescere. Cerchiamo sempre di migliorare e stiamo già pensando alla prossima partita. Siamo cariche ma concentrate. Dobbiamo curare quell’aspetto, perché poi fisicamente stiamo bene. Personalmente non mi sento ancora al 100%, sono rientrata da appena un mese. Spero di raggiungere il top dopo le festività”.

Soddisfatta anche il centrocampista Irene Martella: “Avevamo bisogno di questi tre punti, per prendere maggiore fiducia e per migliorare la classifica. Da un paio di gare non riuscivo a segnare, era l’occasione giusta per tornare ad esultare ed è andata bene. Sicuramente fare nove reti ti mette euforia addosso, però la prossima non sarà una gara facile, anche solo perché giocheremo in trasferta. Ci faremo trovare pronte per affrontare anche il Pescara”.

TABELLINO

SICULA LEONZIO WOMEN – CATANZARO CALCIO FEMMINILE 9-1

SICULA LEONZIO WOMEN: Aleo; Pietrini, Di Stefano, Signorelli (dall’87’ Fazio); Finocchiaro (dal 56’ Lo Vecchio) , Di Mauro (dall’56’ Mo.Russo), Agati (dall’83’ Militello), Martella (dal 78’ Ma. Russo); Migneco, Ndiongue, Vitale. Allenatore: Scuto

A disposizione: Puglisi, Orlando, Chiricò, , Saraò, Miraglia, Pennisi.

CATANZARO CALCIO FEMMINILE: Zangari, Rania, Criseo (dall’ 80’ Sacco), Moscatello, Verrino, Romeo, Sacco, Ventrici (dal 63’ Vecchi) (dall’87’ Rotundo), Torano, Cardone (dal 71’ Iezzi), Cardamone. Allenatore: Ortolini

A disposizione: Marchio, Dardano.

Reti: Ndiongue 44’, 24’, 44’, 75’; Martella 11’; Di Stefano 19’, Agati 24’; 67’; Migneco 42’; Verrino (CZ) 64’.

Ammoniti: Vitale (SLW); Zangari, Cardamone e Torano (CZ).

Arbitro: Moretti di Como

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*