Serie C, la Sicula Leonzio Women sconfitta 4-2 in trasferta dal Pescara

Trasferta amara, quella in casa del Pescara, per la Sicula Leonzio Women che incassa la seconda sconfitta in campionato. Le abruzzesi s’impongono per 4-2.

Parte meglio il Pescara, che trova il vantaggio già al 7’ minuto. Bartolucci riceve palla, spalle alla porta, ma riesce a girarsi trovando il tiro che batte Aleo. Passate in svantaggio le lentinesi provano a pungere, ma senza fortuna. Al 20’ Martella innesca Vitale, fermata dal portiere avversario. Sul rimpallo si avventa Costanza Pennisi, la cui conclusione sfiora il palo e si spegne a lato. Le bianconere vanno spesso in pressione, senza trovare lo spunto giusto. In chiusura di tempo è ancora Pennisi ad intercettare un pallone al limite d’area senza capitalizzare.

Ad inizio ripresa arriva una nuova doccia fredda per le leonesse, che subiscono il raddoppio delle padrone di casa con uno sprint di Stivaletta, che dalla sinistra brucia la difesa siciliana per il 2-0. La Sicula ha però un sussulto d’orgoglio: calcio d’angolo battuto corto per Ndiongue che penetra in slalom nella difesa pescarese, dalla destra,  ed accorcia le distanze al 49’ (2-1).  Le due squadre battagliano ma col passare dei minuti cresce il Pescara. Al 61’ traversa delle abruzzesi con Mari su angolo. Al 65’ Vitale entra in area di rigore, ma la sua conclusione è debole. Al 67’ ecco il 3-1 del Pescara, che arriva sugli sviluppi di un angolo. La difesa bianconera non interviene efficacemente ed il pallone arriva sui piedi di Di Tullio, che può colpire indisturbata di potenza. Dieci minuti dopo arriva il poker delle padrone di casa, ancora con Stivaletta. Le pescaresi continuano a premere, le leontine si vedono a sprazzi. Al 79’ una bella azione porta Vitale a tu per tu con il portiere, ma il suo tiro va fuori. Nel finale la Sicula non perde agonismo e, sugli sviluppi di una punizione di Martella, trova il tap-in di Morgana Russo, che stabilisce il 4-2 finale.

A fine gara mister Peppe Scuto non cerca alibi per le sue ragazze: “Oggi abbiamo fatto la prestazione peggiore, più da un punto di vista mentale che tecnico. Male il pacchetto avanzato, evanescente, molto lento anche nella lettura dei momenti della gara. A centrocampo bene Martella e Migneco, mentre Di Mauro è stata sostituita solo per motivi tattici, per avere più spinta con Di Stefano . Prestazione deludente, sconfitta meritatissima. A calcio si gioca prima con la testa e poi con i piedi. Bisogna saper lavorare ed allenarsi a certi ritmi. Le uniche note positive sono il debutto di Viola Orlando tra i pali e la rete di Morgana Russo nel finale”.

TABELLINO

PESCARA CALCIO FEMMINILE – SICULA LEONZIO WOMEN 4-2

PESCARA CALCIO FEMMINILE: Dilettuso, Mastronuzzi, Conte (dal 42’ st Di Russo), Fiucci, Mari, Vizzarri, Sisti (dal 31’ st De Leonardis) , Bartolucci, Stivaletta, Eugeni (dal 42’ st Santoiemma), Di Tullio (dal 38’st Antenucci). Allenatore: Zucchini

A disposizione: Basciani, Diodato, Copia, Fernandez, Salzetta

SICULA LEONZIO WOMEN: Aleo ( dal 38’ st Orlando), Petrini, Di Stefano, Signorelli, Agati (dal 41’ st Miraglia), Di Mauro (dal 1’ st Finocchiaro), Migneco , Martella, Vitale (dal 38’ st Mo. Russo), Ndiongue, Pennisi (dal 26’ st Saraò). Allenatore: Scuto

A disposizione: Militello, Conticello, Ma. Russo

Reti: Bartolucci 7’; Stivaletta 46′; Ndiongue 49′; Di Tullio 67′; Stivaletta 77′; Saraò 94′

Ammoniti: Eugeni (P), Migneco (SL)

Arbitro: Vai di Jesi (AN)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*