Il siciliano Marco Failla giudice speciale di Bake Off All Stars Battle 2020

Marco Failla, giovane cake designer e dessert stylist siciliano che sta molto facendo parlare di sé nel mondo della moda e della pasticceria, è entrato quasi in punta di piedi nel tendone più dolce della Tv italiana come giudice ospite della prima puntata del nuovo talent show Bake Off Italia All Stars Battle, spin-off di Bake Off dolci in forno, condotto da Flavio Montrucchio.
La puntata è andata in onda su Real Time nella serata di venerdì 3 gennaio 2020.

Tema della prima prova creativa di stagione: l’amore. 
Chi meglio di Marco Failla (nella foto), cake designer nato a Palermo, poteva essere chiamato a giudicare le creazioni dei 12 concorrenti in sfida? Proprio l’amore è stato l’ingrediente principale del successo di Marco Failla, pastry chef diventato un professionista nel mondo delle wedding cake: con le sue creazioni, eleganti e sofisticate, ha saputo rendere uniche e indimenticabili le nozze di molte coppie del jet set internazionale e coppie vip come l’iconico duo Chiara Ferragni e Fedez o la cantante britannica Leona Lewis.

Fondamentale nel dare uno spunto creativo ai concorrenti, lo scenografico e raffinato wedding cake table progettato e allestito dal giudice siciliano che ha dichiarato: “ Ho voluto trasmettere le mie emozioni e le mie conoscenze, ma anche l’importanza di curare ogni dettaglio con precisione estrema”.
A colpi di spatola gli aspiranti pasticceri si sono cimentati in una sfida creativa che ha messo alla prova le loro capacità tecniche e decorative, suddivisi in tre squadre capitanati dai giudici Damiano Carrara, Clelia d’Onofrio e Ernst Knam.
Arrivati al momento dell’assaggio, Marco Failla è stato richiamato in sala per decretare la squadra vincente. A vincere la sfida è stata la squadra capitanata da Damiano con una naked cake al cioccolato decorata con dettagli oro.

“ È stata un’esperienza unica ed emozionante anche se, per me, non è stato automatico entrare nei panni del giudice. Decretare un vincitore non è mai semplice, la preparazione dei concorrenti era davvero alta e nonostante alcuni problemi tecnici e qualche imprevisto ho cercato di essere obiettivo, severo ma giusto e soprattutto garbato nell’esprimere il mio giudizio”, ha commentato il pasticcere palermitano.
Un’occasione, quella con Bake Off Italia, che ha contribuito a far conoscere Marco Failla e le sue creazioni al grande pubblico e testimonia quanto, sempre di più, il mondo della pasticceria e quello dello stile parlino una lingua comune fatta di eleganza, sogno e originalità.
Una lingua di cui Marco Failla è perfetto interprete. 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*