Premio Natale – Città di Tremestieri Etneo, i premiati della XXXI edizione

Conclusa l’11 gennaio con successo la XXXI edizione del Premio Natale – Città di Tremestieri Etneo, un’edizione che nella seconda e conclusiva cerimonia di premiazione ha toccato vette alte di qualità ed emozioni con le musiche “dell’anima” del maestro compositore Gabriele Denaro e il suo quartet, le poesie appassionate e coinvolgenti come quella recitata dal novantenne poeta dialettale Carmelo Furnari Grattacelu e dalle alunne Susanna Leotta e Vittoria Genovese  sul dramma dei migranti – #RestiamoUmani  e Lampedusa 7 ottobre” – e gli interventi dell’ospite d’onore Kheit Abdelhafid, imam della moschea della Misericordia di Catania e della Comunità islamica di Sicilia  – “cerchiamo ciò che più ci unisce rispetto a ciò che ci divide”, del parroco don Salvatore Scuderi – “facciamo tesoro delle nostre identità, nella diversità e fraternità universale” e del sindaco Santi Rando – “lieto di patrocinare un evento che lega il proprio nome a quello del territorio, rappresentando un’eccellenza nel panorama culturale in ambito locale e nazionale”. 

La serata, svoltasi nella suggestiva atmosfera “natalizia” della chiesa madre di Santa Maria della Pace, condotta dal segretario del Premio Vincenzo Caruso, è stata scandita dagli applauditissimi brani del Gabriele Denaro Quartet (al pianoforte lo stesso Denaro, e i maestri Salvatore Sapienza al clarinetto, Giuseppe Ruggeri alla tromba e Domenico Vecchio al violoncello) – L’estasi, Magia, La mia alba, Giorgia, L’Attesa e Etna soul. Nel corso della cerimonia sono state assegnate le targhe Padre Consoli (alla XX edizione), il fondatore del Premio, all’Istituto comprensivo “Edmondo De Amicis” di Tremestieri Etneo e la Salvo Nibali (VI edizione), in collaborazione con l’Ucsi – Unione cattolica stampa italiana – sezione di Catania, alla memoria del giornalista Antonino Blandini, recentemente scomparso, profondo conoscitore della storia e cultura della Chiesa diocesana e della città di Catania.

Dal lavoro dei componenti delle giurie – per le sezioni di poesia Milly Bracciante, Lia Mauceri, Salvatore Scalia, Domenico Messina, Giuseppe Adernò e Salvatore Latora e per le scuole di Maria Grazia Spina e Marilena Tomaselli – sono state scelte e premiate le seguenti opere: per la sezione del libro edito di poesia in lingua italiana il primo premio è stato assegnato alla silloge “La ragazza dei quartieri spagnoli” (edizioni IOD, Casalnuovo di Napoli, 2019) del poeta Adolfo Silveto di Boscotrecase (Na) e segnalate le sillogi “Gocce-Gouttes” (edizioni Il Convivio, Castiglione di Sicilia, 2019) della poetessa Carmela Tuccari di Aci S. Antonio (CT) e “Il colore delle primule” (Ibiskos Uliveri edizioni, Empoli, 2014) della poetessa Rosa Maria Di Salvatore di Catania; e per la sezione del libro edito in lingua siciliana è stato assegnato il primo premio ex aequo alle sillogi “Filigrane” (Il Convivio Editore, Castiglione di Sicilia, 2017) della poetessa Carmela Tuccari di Aci S. Antonio (CT)  e “ ’A vita è gn’juocu seriu” (Cige Edizioni, Modica, 2019) della poetessa Franca Cavallo di Modica (Rg). Per le poesie singole il primo premio è stato assegnato alla poesia “Grattacelu” di Carmelo Furnari di Catania e sono state assegnate le segnalazioni di merito alle poesie “Ci sunnu jorna” di Emanuele Insinna di Palermo e “’N caru amicu” di Giuseppe Sammartano di Paternò (Ct).

Le poesie premiate tra gli studenti di scuola secondaria della “De Amicis” e della “Raffaello Sanzio” di Tremestieri Etneo quelle di “A Gesù bambino” di Gaia Raffa, “Natale sia” di Mattia Santonocito, “Pensiero speciale” di Aurora Bruno, “Leonardo da Vinci” di Giuseppe Stagno e “Il miracolo del Natale” di Lucrezia Marciello; le targhe “Rosetta Zaita” e “Cincia Parisi” alle già citate poesie “#RestiamoUmani” e “Lampedusa 7 ottobre”.

Attestati di riconoscimento sono stati consegnati dal parroco, al termine della serata, ai sostenitori del premio, al sindaco, ai donatori di sangue Advs-Fidas di Catania, all’Uciim di Tremestieri Etneo, all’Ucsi di Catania, alla Confraternita del SS. Sacramento di Tremestieri Etneo e alla Dais, industria dolciaria di Piano Tavola-Belpasso. Con un arrivederci alla prossima edizione – la XXXII edizione – nel Natale 2020 e all’appuntamento estivo del Premio – l’VIII edizione della manifestazione “Poesia sotto le stelle” – di sabato 4 luglio, e condividendo le parole del presidente Sergio Mattarella (in occasione dell’inaugurazione della città di Parma quale Capitale Italiana della Cultura 2020): “La cultura definisce il segno distintivo di ogni comunità ed è tutt’altro che una condizione statica, immobile, inerte. Perché si nutre di confronto, si sviluppa nel dialogo e nelle relazioni e si apre alla conoscenza e al rispetto delle differenze ed è capace di generare un patrimonio che rende tutti più ricchi, di umanità innanzitutto”.

V.C.   

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*