Museo della Rappresentazione a Villa Zingali, aperti al pubblico i percorsi espositivi l’1, 14 e 28 Febbraio

Il Museo

Tre appuntamenti nel mese di febbraio per ammirare e scoprire il “MuRa”, il Museo della Rappresentazione dell’Università di Catania, con le sue collezioni e le esposizioni temporanee. Nei giorni di sabato 1, venerdì 14 e venerdì 28 febbraio, dalle 10 alle 13, il museo che fa parte del Simua – Sistema museale d’ateneo, aprirà le proprie porte gratuitamente su prenotazione online tramite la piattaforma Eventbrite (non sono previste visite guidate).

​Il museo, che si trova all’interno di Villa Zingali Tetto (via Etnea 742), elegante edificio progettato dall’architetto Paolo Lanzerotti nel 1926, presenta una collezione – curata dal dipartimento di Ingegneria civile e Architettura (Dicar) – che raccoglie, tra gli altri, i progetti di archivio dell’architetto catanese Francesco Fichera e incisioni di Giovan Battista Piranesi, Pietro Camporresi, Francesco Panini, Domenico De Rossi e Andrea De Vico.

L’interno del Museo

Fino al mese di marzo il percorso espositivo è arricchito dalla mostra temporanea “Il labirinto tra reale e virtuale” che, al piano nobile, espone gli esiti dell’attività di sperimentazione progettuale condotta nell’ambito dei laboratori didattici e di ricerca del Museo – il Laboratorio R3​D (Laboratorio di Rilievo e Ricostruzione digitale) e il Laboratorio SPrA (Strumenti per Progetto di Architettura) – e le collaborazioni interdisciplinari con altre istituzioni nel campo dell’istruzione superiore di alto livello, quali l’accademia Abadir.

Lo spazio espositivo del piano rialzato presenta la mostra temporanea “PensareDisegnando” con i disegni di Mario Manganaro, professore ordinario dell’Università di Messina, ricercatore curioso e generoso, capace di fissare sul foglio in pochi tratti l’anima di un paesaggio, di un’architettura, lo skyline di una città.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*