La Polizia rimuove nell’area verde di piazza Aldo Moro una tenda occupata da un senza fissa dimora

L'intervento della Polizia

Nell’ambito delle misure straordinarie, predisposte dal Questore di Catania,  finalizzate al contenimento della diffusione del Virus COVlD-19 e dirette a garantire l’uniforme gestione dell’emergenza epidemiologica, sono stati intensificati ulteriormente i controlli, per garantire il rispetto delle misure adottate dal Governo, predisposte al fine di fronteggiare al meglio l’emergenza in corso e di rispondere nel modo più rapido possibile alle tante richieste di sostegno dei cittadini, in particolare anziani, fragili, soli e in difficoltà economica e al contempo controllare che i cittadini rispettino le prescrizioni alle norme di contenimento del contagio.

Particolare attenzione è stata dedicata alla vigilanza dei parchi cittadini per i quali, al fine di prevenire assembramenti in luoghi pubblici, sono stati predisposti mirati controlli da parte della Polizia di Stato.

Nella tarda mattinata di ieri,  personale del locale Commissariato di P.S. “Borgo-Ognina”, individuava, nei pressi dell’area verde di piazza Aldo Moro, una tenda in materiale plastificato, la quale si presentava in condizioni di assoluto degrado strutturale ed in pessime condizioni igienico-sanitarie a causa della presenza di enormi quantità di rifiuti di ogni tipo. Tale tenda fatiscente, che fungeva da vera e propria abitazione, era occupata da un individuo che  dichiarava di essere senza fissa dimora e privo di qualsiasi documento di riconoscimento.

Immediatamente sul posto il personale del Commissariato “Borgo-Ognina” richiedeva l’ intervento specialistico dell’A.S.P., della Polizia Locale e della ditta “DUSTY”, che provvedevano alla rimozione della tenda e a una capillare disinfestazione dell’intera zona. Per quanto sopra esposto il soggetto, T.D. cl. 1968, veniva indagato in stato di libertà per le violazioni di quanto prescritto dall’art 1 D.lgs. del 23 febbraio 2020 n.6 e del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 9 marzo 2020 e dall’art.1 dell’Ordinanza contingibile e urgente n.6, emessa il 19 marzo 2020, dal Presidente della Regione Sicilia in materia di igiene e sanità pubblica. La suddetta attività, svolta in tempi rapidi, grazie al contributo e alla massima  sinergia tra le diverse parti che sono intervenute per il ripristino dell’area interessata.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*