Con LAD i piccoli pazienti oncologici creano un meraviglioso cartone animato

Si può creare arte durante una grave malattia e in isolamento? Pare proprio di sì.

A spiegarcelo, in un momento per tutti noi così difficile a causa della pandemia, sono proprio i bambini del Reparto di Ematologia e Oncologia Pediatrica del Policlinico di Catania, diretto dalla prof.ssa Giovanna Russo.

Tante piccole mani che, intrecciandosi, diventano una forza prorompente. Si immergono tra cartoncini colorati, tessuti e bottoni, con l’animo coraggioso di chi rende prezioso ogni anno di vita nonostante il peso della malattia. E dalla loro inarrestabile fantasia nasce un progetto straordinario: il cartone animato “Signor Sveglia Signor Sonno” tratto dall’omonima fiaba della scrittrice veneziana Carmela Cipriani.

È il meraviglioso risultato di CineLAD, il laboratorio creativo realizzato dalla Onlus del “Cure & Care in Oncologia Pediatrica” grazie al sostegno economico della Fondazione Alta Mane Italia e Fondazione con il Sud.

La lettura della fiaba ha messo in moto la fantasia dei piccoli pazienti dando vita a questi meravigliosi personaggi, protagonisti anche nella edizione speciale del libro pubblicata da Skira.

“Il messaggio di grande forza trasmesso da questi bambini – dichiarano i fondatori di LAD, Cinzia Favara Scacco ed Emilio Randazzo – e una iniezione di coraggio e di speranza in un momento tragico come quello che stiamo vivendo a causa della pandemia. L’ambita normalità che oggi noi tutti cerchiamo di recuperare, per loro e quella del ricovero, costellata da ristrettezze e difficolta. Grazie all’arte che cura, con il metodo di intervento messo a punto da LAD, i piccoli pazienti possono evadere dalla reclusione imposta dalla degenza, recuperando la qualità del tempo e quindi della vita.

Un metodo innovativo, nato dall’esperienza maturata nel reparto di Oncologia Pediatrica del Mount Sinai Hospital di New York e del Policlinico di Catania. Utilizza l’arte come strumento di psicoterapia in ambienti trasformati ad hoc attraverso concorsi di architettura. Per l’evidenza dei benefici prodotti, LAD ha ricevuto importanti riconoscimenti dalla comunità scientifica internazionale e dalla stampa nazionale.

Orologi, letti, pecorelle e alberi, rappresentano solo alcuni degli strepitosi collage realizzati con oggetti di recupero dai piccoli pazienti insieme a mamme e papà. Con la supervisione del regista Carlo Lo Giudice, dell’art director Salvatore Cultrera e della psicoterapeuta Karolina Maślak, i personaggi di Melamelandia hanno preso vita.

I protagonisti sono due divertenti personaggi dai caratteri diametralmente opposti. Signor Sveglia, perennemente munito del suo “orologio infernale”, corre per tutto il paese a svegliare le persone, ossessionato dallo scandire del tempo. Signor Sonno, sempre abbracciato al suo comodo cuscino, un vero e proprio sregolato, un sognatore seriale che dispensa a tutti incredibili letarghi. Litigano sempre e nella vita hanno due eccentriche compagne magistralmente interpretate da Dori Ghezzi e da Marisa Laurito.

Le dinamiche di questa storia, raccontate con l’inconfondibile ritmo narrativo di Pif, ci riportano all’anno presente, a comprendere l’importanza di ogni istante, che va impiegato all’insegna della ricerca della bellezza.

Il cartone animato che è già online, è quindi un patchwork di colori ed emozioni dal grandissimo impatto sociale. Un esempio virtuoso, offerto da piccoli artisti, che regalano spunti per collezionare e rendere fruttuosi pezzi di esistenza, senza arrendersi mai.

Adesso e importante sostenere LAD ONLUS, impegnata a Catania nel completamento di WonderLAD, la grande casa/laboratorio, frutto di un concorso internazionale di architettura, dove i bambini affetti da gravi malattie possono riscoprire attraverso l’arte la bellezza della vita.

È possibile farlo attraverso una donazione (IBAN IT10B0200816934000103081297) oppure devolvendo il proprio 5×1000 in dichiarazione dei redditi indicando il C.F. 93162430875.

SITO: https://ladonlus.org/

FACEBOOK: https://www.facebook.com/Ladonlus/

INSTAGRAM: https://www.instagram.com/ladonlus/?hl=it

TWITTER: https://twitter.com/LADonlus

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*