Festa della Repubblica, “Va’ Pensiero” cantata dai Ragazzi Sindaci

Il preside Giuseppe Adernò, nella qualità di coordinatore dei Consigli Comunali dei Ragazzi, ha scritto al Presidente della Repubblica per manifestare a nome dei Ragazzi Sindaco ” vivo apprezzamento e grande stima per il messaggio di unità morale” e per esprimere con parole semplici un concetto ribadito a carattere cubitali “SIAMO FIERI DI LEI”.

Un legame profondo quello tra il Coordinamento dei Consigli Comunali dei Ragazzi e il Quirinale, sancito da tante e innumerevoli iniziative comuni e che prevedeva dall’1 al 3 giugno un nutrito e fitto calendario di impegni della delegazione che doveva essere presente a Roma.

Quindi si esprime nella missiva il dispiacere per l’annullamento del programma, a causa della pandemia, e per mancata parata del 2 Giugno ai Fori imperiali in occasione della Festa della Repubblica, dove i Ragazzi Sindaci avrebbero sfilato davanti al Presidente Sergio Mattarella e alle massime Autorità dello Stato.

Il vulcanico e attivo Dirigente scolastico non si è perso d ‘animo e ha portato avanti lo stesso il programma che si era proposto, in cui tra l’altro si è realizzato un video, inviato anche a Sergio Mattarella, dove si esibisce il coro interscolastico “Vincenzo Bellini” nel celebre “Va’ Pensiero” dal Nabucco di Verdi,  diretto dal M° Daniela Giambra , corista del Teatro Massimo Bellini e dal M° Alessandro Vargetto, che è l’autore del video, coinvolgendo in questa splendida esperienza anche i genitori.

Appunto si vedono in tale video immagini del nostro Paese con i ragazzi che cantano in streaming e che indossano la fascia tricolore, e anche genitori vestiti con grande eleganza impegnati a esibirsi. È stata fatta, quindi, un’opera assai emozionante originale con performance di notevole qualità per onorare la festa della Repubblica.

 In tal modo il preside Adernò suggella il suo ultra ventennale impegno nella guida dei Ragazzi Sindaci, progetto didattico nato a Catania nel 1993 e nel tempo si è diffuso in oltre 600 istituzioni scolastiche in tutte le provincie d’Italia, con l’intento di far crescere nei ragazzi il senso civico, il culto della democrazia e della libertà, un’etica della responsabilità che possono contribuire positivamente nella loro formazione culturale e umana.

Rosario Sorace

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*