Arrestato dagli agenti delle Volanti, nel quartiere San Cristoforo, energumeno che con una spranga di ferro voleva uccidere l’ex moglie

Volanti in azione

Poteva finire in tragedia, l’ennesima lite in famiglia che solo l’intervento delle Volanti ha interrotto, poco prima della mezzanotte di ieri, nel quartiere San Cristoforo. Protagonista – in negativo – della vicenda un catanese di 46 anni che, per le sue trascorse inottemperanze nei confronti di quella che ormai è la sua ex moglie, era stato sottoposto al provvedimento dell’ammonimento, emesso recentemente dal Questore di Catania, col quale è stato diffidato dall’avvicinarsi all’ex coniuge, a causa degli atti di di violenza domestica commessi nei confronti della stessa.

Ma, evidentemente, ciò non è bastato all’uomo il quale, nella serata di ieri, si è presentato nell’abitazione della donna, armato di una spranga di ferro, ben deciso – almeno stando alle sue minacce nel corso della violenta lite scoppiata tra i due – ad ucciderla. A porre fine al dramma, il tempestivo intervento degli uomini delle Volanti, allertati da una telefonata giunta in Sala operativa tramite il 112 NUE, che si sono precipitati sul posto, bloccando l’energumeno e conducendolo in Questura, in stato di arresto.

Negli uffici della Polizia di Stato sono stati ufficializzati gli atti ed è stato avvisato il P.M. di turno che, preso atto del pericoloso comportamento tenuto dall’uomo, ha disposto il suo internamento nel carcere Piazza Lanza, dov’è stato tradotto dagli agenti.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*