Bilancio partecipato a Gravina di Catania, dal 6 al 21 luglio cittadini e associazioni potranno presentare proposte

L’amministrazione comunale di Gravina di Catania ha pubblicato l’avviso relativo all’attuazione del bilancio partecipato.

«Dal 6 al 21 luglio 2020 i cittadini e le associazioni gravinesi potranno presentare le proposte – ha spiegato il sindaco Massimiliano Giammussoogni proponente potrà presentare un solo progetto secondo le modalità stabilite dall’avviso pubblico. Tutta la documentazione può essere ritirata presso l’Ufficio Relazioni con il pubblico o scaricata direttamente dal sito istituzionale del Comune alla sezione dedicata al Bilancio Partecipato. La procedura di quest’anno – ha continuato – oltre a un maggiore controllo della consultazione pubblica, prevede una sostanziale novità, poiché a differenza degli anni precedenti potranno essere oggetto di proposta esclusivamente beni e/o interventi che restino materialmente a beneficio della comunità. Le risorse disponibili – ha aggiunto il primo cittadino – ammontano a circa il 2% dei trasferimenti regionali».

Nello specifico le proposte dovranno essere relative alla realizzazione o alla riqualificazione di opere pubbliche su aree comunali o all’acquisto di beni di competenza comunale riguardanti le aree tematiche descritte nell’avviso pubblico. «Tutte le proposte pervenute saranno in prima istanza sottoposte al vaglio tecnico degli Uffici, successivamente quelle che avranno superato la valutazione di fattibilità saranno oggetto di consultazione pubblica online attraverso il sito comunale o altri strumenti digitali».

In ogni caso, per assicurare un’ampia partecipazione alla consultazione sarà possibile consegnare la scheda con le seguenti modalità: a mano presso l’ufficio protocollo del Comune; per posta ordinaria o raccomandata; per posta elettronica all’indirizzo indicato nell’avviso pubblico.

«Anche in questo caso – ha concluso il sindaco – desidero sottolineare il fondamentale ruolo svolto in tutta la procedura dal 1°e dal 2° servizio del nostro Comune».

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*