Occupazione assessorato Servizi Sociali, striscioni in città e replica del Comitato Reddito-Casa-Lavoro, domani conferenza stampa davanti palazzina di via Calatabiano

Striscioni affissi in città

A seguito  della denuncia di 9 persone appartenenti al centro sociale Liotru, formulata dalla Questura etnea in riferimento ad alcuni disordini che si sarebbero verificati durante un tentativo di occupazione della sede dell’Assessorato servizi sociali del Comune, il Comitato Reddito-casa-lavoro ha affisso per le vie di alcuni quartieri cittadini degli striscioni per manifestare il proprio dissenso contro la versione fornita dalla Polizia. Questa la nota da noi ricevuta dal Comitato Reddito-Casa-Lavoro: “La Digos di Catania ha emesso un comunicato – dichiarano i membri del Comitato –che non ha nulla a che fare con il report di supposte indagini, ma che ha l’unico scopo di creare confusione e screditare il lavoro del Comitato Reddito-Casa-Lavoro che riunisce tante famiglie e singoli in difficoltà, che hanno trovato insieme la forza di non farsi schiacciare da una società ingiusta. E’ stata quindi  convocata per lunedì 6 luglio, alle ore 10.00, una conferenza stampa davanti la palazzina di via Calatabiano abitata dalle famiglie in emergenza abitativa del comitato, in cui racconteremo la verità e smonteremo una storia che trasforma la protesta per i buoni spesa in azioni “anarco-antagoniste”, che non sappiamo manco cosa voglia dire”.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*