Al Castello di Nelson, a Bronte, da oggi al 9 agosto, “Il Duca e il Ciclope”, nuovo festival multidisciplinare

Locandina

Prende il via oggi a Bronte “Il Duca e il Ciclope”, un nuovo festival multidisciplinare, ideato da AreaSud con la direzione artistica di Maurizio Cuzzocrea e inserito nella rete di Italiafestival, la principale associazione che riunisce gli eventi artistici italiani. L’evento si svolgerà all’interno del Castello Nelson, storica e suggestiva dimora dell’ammiraglio Horatio Nelson, sorta intorno all’Abbazia di Santa Maria di Maniace.
L’inaugurazione del festival, sabato 1 agosto, vedrà la presentazione, nei locali dell’ex granaio del Castello, della mostra fotografica “Dentro l’eco dei nostri passi”, che racconta un insolito punto di vista naturalistico della “Montagna” dei fotografi Eletta Massimino e Salvo Cuscunà.

Sempre oggi è in programma la presentazione del libro “Viaggiatori” di Piero Ristagno, edito da Néon Edizioni, con interventi del musicista ed etnomusicologo Roberto Catalano, che suonerà le benas, un antichissimo strumento a fiato mediterraneo. La conclusione della giornata sarà dedicata a “I Suoni dell’Etna” con gli interventi di Luca Recupero, virtuoso dello scacciapensieri e ideatore del Marranzano World Festival, e di Angelo Salerno, esperto suonatore di zampogne.

Il festival prosegue il 2 agosto con la presentazione del secondo libro di Stefania Licciardello, “Il Libro dei Bisogni”, pubblicato da Néon Edizioni. A seguire, la partecipazione del giornalista e attore catanese Danilo Ferrari, che racconterà la sua esperienza artistica e sociale, con il presidente del Centro Studi Don Milani, Salvo Spagano, seguiti dalla performance “L’eco dei passi”, ispirata alle fotografie della mostra, con Martina Di Prato, Elettra Giunta, Monica Felloni e Raffaella Suriano.

Sabato 8 e domenica 9 agosto, nel suggestivo cortile interno del Castello Nelson, la musica tradizionale sarà protagonista delle serate che accompagneranno il pubblico in un viaggio tra musica, danza e tradizioni.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*