Gestione illegale di rifiuti speciali nel quartiere di Zia Lisa, indagato dalla Polizia responsabile di esercizio commerciale

Intervento della Polizia

Nella giornata di ieri, agenti del Commissariato Librino ha effettuato controlli volti a tutelare l’ambiente nel quartiere di Zia Lisa dove, come noto, insistono molteplici attività commerciali di rivendita pezzi di ricambio autovetture che, in taluni casi, commettono reati ambientali a seguito dell’illecita gestione di rifiuti speciali pericolosi.

Nello specifico, i poliziotti hanno controllato un esercizio commerciale impegnato in detto settore e, fatto di rilievo, è che il titolare, a fronte dell’autorizzazione per la rivendita della merce, aveva allestito abusivamente un luogo di gestione illegale di rifiuti speciali derivante dallo smontaggio di autovetture, a tal riguardo, la Polizia di Stato ha accertato la presenza di tonnellate di materiale ferroso non bonificato e in disuso con perdita di oli e grassi nel terreno e ciò, potrebbe creare un importante danno ambientale in una zona, tra l’altro, altamente residenziale e con il mare vicino.

Alla luce dei fatti il responsabile è stato indagato in stato di libertà per il reato di gestione illegale di rifiuti speciali pericolosi derivanti da smontaggio di autovetture e, nella circostanza, sono state sequestrate diverse tonnellate di materiale ferroso non bonificato.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*