Raccolta differenziata, colti in errore e multati 16 trasgressori dalla polizia ambientale

A Catania arrivano le prime sanzioni per gli indisciplinati della raccolta differenziata, dopo la prima settimana di controlli da parte della Polizia Municipale sono stati multati per circa 800 euro i cittadini che hanno conferito i rifiuti fuori dagli orari consentiti, coloro che non hanno rispettato la zona di residenza o non hanno ottemperato alle disposizioni generali.

I controlli hanno interessato le vie D’Annunzio, Leopardi, Vittorio Veneto, Sanzio lato sud e Caronda lato est, la Polizia Ambientale ha effettuato verifiche quotidiani  nell’arco dell’intera giornata al fine di verificare il rispetto dell’ordinanza Sindacale n. 221/2015 firmata dal sindaco Enzo Bianco, che ha istituito il servizio porta a porta della raccolta differenziata dei rifiuti.

Nella prima settimana di controlli, sono stati elevati da parte dei Vigili urbani 16 verbali di violazione delle norme nei confronti di cittadini che hanno conferito i rifiuti fuori dagli orari consentiti, non hanno rispettato la zona di residenza per il conferimento dei rifiuti o non hanno ottemperato alle disposizioni dettate per la gestione dei contenitori della raccolta differenziata.

Il personale della Polizia Municipale insieme agli Operatori della Direzione Ecologia e Ambiente, ha svolto anche opera di informazione e sensibilizzazione dell’utenza, al fine di prevenire ulteriori comportamenti illeciti e invogliare il cittadino a tenere comportamenti virtuosi a tutela della salubrità dell’ambiente.

Le verifiche successive alla prima settimana hanno riscontrato una sensibile diminuzione dei comportamenti di abbandono indiscriminato dei rifiuti.

di Michele Minnicino 20314 articoli
Condirettore, giornalista professionista, specializzato in Opinione Pubblica e Comunicazione di Massa, ha collezionato esperienze lavorative nei diversi settori dell’informazione, carta stampata, televisione, uffici stampa di associazioni di Consumatori e Consorzi Pubblici, insegnamento del giornalismo agli studenti degli istituti superiori.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*